Foto di rito per i 59 equipaggi al via della 24 Ore di Le Mans, in un week end lungo che parte con le prove libere 1 del giovedì, 3 ore per mettere le ruote in pista per la prima volta, visto il programma modificato dell’edizione 2020, costretta a rinunciare al tradizionale test.

Tre turni di libere, 10 ore in totale, con un’attenzione particolare rivolta alle libere 3 tra le 20:00 e mezzanotte, per mettere a punto gli assetti in una notte di Le Mans che sarà più lunga del solito, dalle temperature basse e con il rischio pioggia tra sabato e domenica.

Venerdì dedicato alla Hyperpole

I primi tempi per scrivere la griglia di partenza e l’accesso alla Hyperpole – i 6 equipaggi più veloci di ciascuna Classe si ritroveranno venerdì, tra le 11:30 e le 12:00, per assegnare la pole nelle quattro Classi – si avranno alle 18:00, in una qualifica da 45 minuti.

24 Ore Le Mans, Buemi: finalmente la Hyperpole

Tavares porta in pista la Peugeot 908

Giovedì ricco di azione, in vista di una giornata di venerdì che vedrà l’ultima sessione di libere, tra le 10:00 e le 11:00, prima della Hyperpole. Sabato, breve warm-up (10:30-10:45) e il via alla 24 Ore di Le Mans alle 14:30, dato da Carlos Tavares a.d. del Gruppo PSA. Il manager portoghese sarà anche il protagonista al volante della Peugeot 908, un giro del tracciato per riportare in pista il passato a Le Mans della casa del Leone e preparare il ritorno, fissato nel 2022.

Gli equipaggi al via

Per la prima volta da metà anni Settanta, la 24 Ore vedrà due equipaggi interamente al femminile. È un ritorno, dopo il nono posto ottenuto lo scorso anno in Classe GTE Am, quello di Manuela Gostner con Rahel Frey e Michelle Gatting, al volante della Ferrari 488 GTE Am numero 85, del team Iron Lynx. Tre rookie, invece, in Classe LMP2, sulla Oreca numero #50 del Richard Mille Racing Team. Costretta a dare forfait Katherine Legge dopo l'incidente al Paul Ricard in ELMS, l’equipaggio sarà composto da Sophia Floersch-Tatiana Calderon e Beitske Visser a sostituire la pilota inglese.

I piloti italiani

Cinquantanove macchine al via, suddivise tra i 5 equipaggi di Classe LMP1, i 24 in LMP2, le 8 macchine in GTE Pro e le 22 della Classe GTE Am, quella con la rappresentanza più nutrita di piloti italiani.

In Classe LMP2, Cetilar Racing sarà presente con Roberto Lacorte, Andrea Belicchi e Giorgio Sernagiotto; campioni uscenti della GTE Pro, la Ferrari 488 GTE Evo numero 51 di AF Corse, con Alessandro Pier Guidi-James Calado-Daniel Serra. Macchina gemella, la numero 71, in pista con Davide Rigon affiancato da Miguel Molina e Sam Bird.

Sulla Porsche 911 RSR numero 91, Giammaria Bruni dividerà il volante con Richard Lietz e Frederic Makowiecki. Porsche che in GTE Am ha Matteo Cairoli ed Egidio Perfetti sulla 911 RSR #56, insieme a Larry Ten Voorde.

24 Ore di Le Mans, Porsche celebra i 50 anni dalla prima vittoria

Giancarlo Fisichella, Francesco Castellacci e Thomas Flohr saranno sulla 488 GTE numero 54; presenza italiana che prosegue con il team Iron Lynx, su Ferrari 488 GTE, Claudio Schiavoni, Sergio Pianezzola e Paolo Ruberti guideranno la numero 61; la numero 75 è composta dall’equipaggio Rino Mastornardi, Matteo Cressoni, Andrea Piccini. Su Porsche, team Dempsey Proton, sarà Riccardo Pera, numero 77 divisa con Christian Riel e Matt Campbell. Infine, Proton Competition avrà Michele Beretta su Porsche 911 RSR numero 78, insieme a Felbermayr e Van Splunteren.

Tutti gli iscritti alla 24 Ore di Le Mans 2020