Dakar 2022, classifica finale: quarto successo in carriera per Al-Attiyah, Loeb 2°

Dakar 2022, classifica finale: quarto successo in carriera per Al-Attiyah, Loeb 2°

Il qatariota ha calato il poker nella 44° edizione del rally raid più famoso del mondo, con la Toyota in trionfo anche grazie alla vittoria di tappa di Lategan

Matteo Novembrini

14 gennaio

E sono quattro. Nasser Al-Attiyah ha calato il poker al termine della Dakar 2022, imponendosi nel rally raid più famoso del mondo per la quarta volta in carriera. Un trionfo certificato dal 19° posto nella 12° ed ultima tappa della 44° edizione della Dakar, in una giornata trionfale per la Toyota, che tra le auto ha festeggiato la vittoria generale del qatariota ed il successo giornaliero di Henk Lategan. Il sudafricano ha chiuso la giornata davanti a Stephane Peterhansel, con l'Audi, e Brian Baragwanath, della Century. Ai piedi del podio Sebastien Loeb, 4° e con la medaglia d'argento nella generale.

Dakar, l'albo d'oro. FOTO

Vantaggio rassicurante alla vigilia

I 164 chilometri cronometrati previsti per l'ultima tappa, che portavano la carovana della Dakar da Bisha a Jeddah, non inducevano ad immaginare grossi ribaltamenti nella classifica generale tra le auto, categoria dove Al-Attiyah partiva con tutti i favori del pronostico alla vigilia dell'ultima fatica. Scossono infatti non ce ne sono stati, con il qatariota a gestire per tutta la giornata. Loeb ci ha provato andando all'attacco, issandosi al 2° posto provvisorio dopo circa 180 chilometri alle spalle di Peterhansel, ma poi non è riuscito a colmare il divario che lo separava dalla Toyota numero 201, quella di Al-Attiyah; il nove volte campione del mondo del WRC è riuscito a recuperare poco più di 5 minuti e mezzo, troppo pochi per sperare di andare a prendere il principe qatariota, che ha trionfato con più di 27 minuti di vantaggio finali nella classifica generale.

Per lui come detto fanno quattro centri alla Dakar dopo quelli del 2011, 2015 e 2019. Al-Attiyah ha dunque portato a casa un'edizione completamente dominata, perché nonostante le sole due vittorie di tappa su 12 prove ha sempre gestito alla perfezione un vantaggio divenuto incolmabile prima dell'ultima prove speciale, che si è trasformata in una specie di passerella per il pilota della Toyota.

F1: la nuova Aston Martin AMR21 arriverà il 10 febbraio

Dakar 2022, Auto: la top 10 finale

1 N.Al-Attiyah-M.Baumel (Toyota) - 38h 33'03"
2 S.Loeb-F.Lurquin (BRX) +27'46"
3 Y.Al Rajhi-M.Orr (Toyota) +1h 01'13"
4 O.Terranova-D.O.Carreras (BRX) +1h 27'23"
5 G.De Villiers-D.Murphy (Toyota) +1h 41'48"
6 J.Przygonski-T.Gottschalk (Mini) +1h 53'06"
7 M.Serradori-L.Minaudier (Century) +2h 32'05"
8 S.Halpern-B.Graue (Mini) +2h 38'26"
9 M.Ekstrom-E.Bergkvist (Audi) +2h 42'11"
10 V.Vasilyev-O.Uperenko (VRT) +3h 02'21"

F1, Alpine: lascia Marcin Budkowski

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi