Questa mattina nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Cagliari, è stata ufficializzata in contemporanea con la FIA l'anticipazione della data del Rally Italia Sardegna dall’8 all’11 ottobre.

In questa sua 17a edizione la gara avrà un percorso leggermente più corto rispetto al passato, come da accordi con la Federazione Internazionale. Visto il periodo autunnale e il tramonto anticipato ci saranno infatti orari diversi, si inizierà presto la mattina ma si finirà molto prima la sera.

WRC, la Sardegna conferma il suo appoggio al Mondiale

Tutte le prove del percorso

Le prove speciali restano comunque più o meno le stesse del percorso originale presentato a febbraio, con la novità della prova di Tempio, e poi la conferma di quelle di Tula, Castelsardo, Monte Lerno e Coiluna. Rivedremo anche la classica Tergu-Osilo e le iconiche prove di Cala Flumini e Monte Baranta oltre alla power stage dell’Argentiera, mentre lo shakedown si disputerà a Olmedo il giovedì 8 nel primo pomeriggio. La base logistica della manifestazione sarà ancora ad Alghero, con il parco assistenza ospitato come gli anni scorsi nel porto turistico.

WRC, via ai test Pirelli per il 2021