Bene ma non benissimo le qualifiche del GP del Messico per Charles Leclerc. Il monegasco ha sì preso la prima file, con l’1:15.024 che gli è valsa la piazzola alle spalle di Verstappen, ma deve ringraziare Bottas.

Il monegasco, infatti, non si sarebbe migliorato nell’ultimo run, a causa di un terzo settore affrontato male e finito con un paio di errori di troppo, mentre il pilota della Mercedes stava spingendo tantissimo e gli sarebbe finito davanti, se non fosse andato a muro nell’ultima curva.

“Il primo giro è stato piuttosto buono - Racconta Leclerc - Nel secondo abbiamo cambiato il bilanciamento dei freni per avere un pochino di più dall’anteriore, ma abbiamo perso qualcosa nell’ultimo settore, rispetto a quanto guadagnato nel primo. Le Red Bull sono veloci ma la gara è lunga ed è domani”.

Venerdì, Leclerc ha dichiarato essere di vitale importanza la partenza. Partire in seconda posizione, per lui, può voler dire sfruttare al massimo la potenza del suo motore su tutto il rettifilo dello start e provare l’imbucata su Verstappen alla prima staccata. “La partenza sarà molto importante - Conclude - La velocità di punta che abbiamo è molto buona e quindi speriamo di poterla sfruttare in partenza”.