Miami no, Miami forse. La sorte del Gran Premio in Florida oscilla tra la prima bocciatura del Consiglio cittadino, l’esercizio del diritto di veto da parte del sindaco di Miami Dade e, da ultima, la votazione della giunta a supportare il veto esercitato nelle scorse settimane.

Si lavora a una soluzione per poter organizzare, dal 2021, il Gran Premio di Miami nell’area intorno allo stadio dei Miami Dolphins. La gara di Formula 1 non si correrà fino al 2021, supportare il veto regala dai 3 ai 6 mesi di tempo perché le parti coinvolte possano continuare a lavorare a una soluzione.

Supporto tutti affinché si arrivi a una soluzione che porti la gara di Formula 1 a Miami Dade, è un evento internazionale enorme, come il Super Bowl e porta Miami Dade sul palcoscenico globale”, le parole del sindaco Carlos Gimenez.

L'editoriale del direttore: Harakiri Ferrari Adamo in paradiso

Viabilità e inquinamento sono i due punti di principale opposizione da parte del comitato di cittadini di Miami Gardens contrari allo svolgimento del Gran Premio nell’area intorno all’Hard Rock Stadium, punti sui quali si dovrà lavorare a una soluzione alternativa o fare un’opera di persuasione.

Una nota diffusa dalla Formula 1 subito dopo la votazione favorevole espressa a Miami sottolinea: “Lavoreremo sodo per affrontare in un modo sensato le preoccupazioni della comunità, mitigare qualsiasi inconveniente o disturbo ai residenti e creare un evento del quale tutti possiamo andare orgogliosi”.

Brasile, Interlagos pronta al GP di San Paolo

Sempre con l’orizzonte posto al 2021, oltre al Gran Premio di Miami andrà discusso il futuro del Gran Premio del Brasile. Interlagos ha un contratto valido anche per il 2020 e lavora al rinnovo dell’accordo con la Formula 1. Il supporto dello Stato di San Paolo si contrappone alla volontà del governo centrale di trasferire l’evento a Rio de Janeiro, in un nuovo impianto tutto da realizzare.

Autosprint Gold Collection, Alfa Romanzo in edicola!

Gli organizzatori della gara sul tracciato intitolato a Carlos Pace si sono detti pronti a firmare un prolungamento di contratto con la Formula 1 per i prossimi 10 anni e modificare la titolazione del Gran Premio in GP di San Paolo.