Sceglie di legarsi ancora a Red Bull, Max Verstappen. La mossa arriva e prende un po’ in contropiede, perché il prolungamento di contratto fino al termine del 2023 esclude un’eventuale opzione Mercedes, nel caso in cui Hamilton scegliesse altri lidi dopo il 2020.

Così, si delinea quel quadro prospettato da Christian Horner, contrapposto all’effervescenza annunciata del mercato piloti 2021. Con i big in scadenza di contratto - Hamilton, Vettel e Verstappen, a fine 2020 - si prospettava un possibile vortice di cambiamenti. La convinzione di Horner, espressa nei mesi scorsi, era chiara: alla fine tutti resteranno dove si trovano. 

L'editoriale del Direttore: Quei botti di fine anno

Avviene in Ferrari, che estende il contratto di Charles Leclerc al 2024, lui unico tra i top driver ad avere già una posizione consolidata sul 2021. Avviene, adesso, con Max Verstappen. Si lega ancora per 3 stagioni a Red Bull, a sua volta con la garanzia della partnership Honda nel 2021.

Obiettivo: vincente con Red Bull 

“Sono davvero felice di aver esteso la collaborazione con il team. Red Bull ha creduto in me e mi ha dato l’opportunità di correre in Formula 1, cosa della quale sono sempre stato grato. Negli anni sono cresciuto e mi sono avvicinato sempre più al team. Al di là della passione di tutti e delle prestazioni in pista, è davvero piacevole lavorare con un tale gruppo di persone”, commenta Verstappen.

Ferrari, ufficiale il nuovo contratto per Leclerc

Anziché attendere l’evoluzione del mercato e una possibile alternativa a Red Bull che poteva essere solo Mercedes, Verstappen sposa la causa avviata con Honda: “Il loro arrivo e i progressi compiuti negli ultimi 12 mesi mi danno ancor più motivazione e fiducia nella possibilità di vincere insieme. Rispetto il modo in cui collaborano Red Bull e Honda, tutte le parti stanno facendo il possibile per avere successo. Voglio vincere con Red Bull e il nostro obiettivo è ovviamente quello di lottare per un mondiale”.

Stabilità preziosa

Un’estensione di contratto sulla quale è prevedibile andrà a incidere un incremento dell’ingaggio, rispetto agli oltre 12 milioni di euro di base, stando ai rumours sull’attuale accordo in vigore.

“Per il team è una notizia fantastica aver esteso l’accordo con Max fino alla stagione 2023 compresa. Con la sfida dei cambiamenti regolamentari nel 2021 all’orizzonte, la continuità in più aree possibili diventa cruciale.

Max ha dimostrato quale valore rappresenti per il team, crede davvero nella partnership che abbiamo formato con Honda e siamo lieti di aver prolungato il nostro rapporto”, ha aggiunto Christian Horner.