Cambio di programma per Ferrari e Pirelli, che avrebbero dovuto proseguire con il calendario di test sulle gomme da 18 pollici scendendo in pista giovedì a Fiorano per la raccolta dati sulle gomme da bagnato.

Le misure attuate dalle due strutture, in risposta alla diffusione del coronavirus, comportano una variazione al programma, come annunciato su Twitter con una nota congiunta. “A causa delle politiche aziendali di limitazione, adottate sia da Ferrari che da Pirelli a seguito della diffusione globale del Coronavirus, il test a Fiorano del 5 marzo sulle gomme da bagnato 2021 da 18 pollici dev’essere rinviato. Il test sarà riprogrammato a Fiorano alla prima opportunità”.

Quello di Fiorano sarebbe stato il secondo test 2020 con gomme da 18 pollici, dopo l’uscita dello scorso 8 e 9 febbraio a Jerez, sempre con la Ferrari e Charles Leclerc al volante.

Le limitazioni decise in Vietnam

Legati all’epidemia di coronavirus sono anche i provvedimenti diffusi in Vietnam nella giornata di martedì. L’ufficio per il Turismo ha deciso la quarantena obbligatoria di 14 giorni, tra gli altri, per le persone in arrivo dall’Italia.

Una condizione che crea ostacoli importanti all’organizzazione della logistica perché il personale della Ferrari, della Pirelli per la parte operativa sui campi di gara e proveniente dall’Italia, di AlphaTauri, nonché dei tecnici Ferrari a supporto di Haas e Alfa Romeo, possano operare nella settimana che porterà al GP di Hanoi del 5 aprile.

Dalla FIA non sono giunte ulteriori comunicazioni a seguito di quanto deciso in Vietnam, dove il Gran Premio è regolarmente in programma.

L'editoriale del direttore: Vigilia agitatissima per la Formula 1