Dopo la McLaren, anche per la Williams è tempo di tagli. Il blocco all'attività agonistica a causa del Covid-19 si fa sentire e dunque la scuderia di Grove, con un breve comunicato ufficiale, annuncia il congedo non retribuito per alcuni dipendenti.

F1: possibile un congelamento delle Power Unit

Il comunicato

Ecco che si legge nel comunicato odierno della Williams: "A causa dell'attuale situazione dovuta al Covid-19, la Rokit Williams Racing mette temporaneamente in congedo non retribuito un certo numero di impiegati come parte di una più vasta serie di misure legate al taglio dei costi. Il periodo di congedo durerà fino alla fine di maggio mentre i vertici ed i nostri piloti avranno una paga ridotta del 20% a partire dall'1 aprile. Queste decisioni non sono state facili da prendere, tuttavia il nostro obbiettivo è proteggere l'impiego del nostro staff ed assicurarci che tutti possano tornare ad un lavoro a tempo pieno quando la situazione lo permetterà".

Horner vuole congelare lo sviluppo

Situazione difficile

La Williams, non è un mistero, è uno dei team che più di altri ha sofferto difficoltà economiche nelle ultimi stagioni, con problemi finanziari che si sono ripercossi anche nei risultati in pista, con l'ultimo posto nel Costruttori al termine della stagione 2019. Il team di Grove deve dunque stringere i denti per evitare ulteriori problemi, così come l'intera F1: come affermato da Zak Brown, secondo il quale ci sono ben quattro team a rischio il Circus deve prendere misure rapide ed efficaci per evitare di ritrovarsi di fronte ad una crisi irreversibile.