In una lotta che ci vede tutti quanti impegnati, è scattata la corsa al contributo ed alla solidarietà. Dopo Charles Leclerc impegnato in prima linea con la Croce Rossa, Carlos Sainz junior ci mette del suo e decide di mettere all'asta una sua tuta per ricavare fondi da devolvere alla lotta contro il Covid-19.

Ferrari, ecco il progetto "Back on Track"

Al fianco della pallacanestro spagnola

Il pilota della McLaren ha così deciso di partecipare all'iniziativa lanciata dalla massima serie del basket spagnolo, la Liga ACB, chiamata #LaMejorAsistencia. Carlos ha deciso di mettere all'asta la tuta Renault con la quale ha corso l'ultima tappa della stagione 2018, quella di Abu Dhabi, chiusa per lui con un ottimo 6° posto. Queste le parole dell'iberico in un video postato sui suoi profili social: "Donerò questa tuta da gara, è del 2018 e l’ho indossata per l’ultima gara con la Renault ad Abu Dhabi, nella quale ho chiuso in sesta posizione. La conservo con molto affetto, ma la donerò per poter raccogliere fondi per la Croce Rossa nella lotta al Coronavirus. Sicuramente tutti insieme ce la faremo, vi mando un abbraccio".

I respiratori Mercedes contro il Coronavirus

Carlitos in prima linea

Il figlio del due volte campione del mondo rally è molto attivo nella lotta al Coronavirus: insieme al padre ed all'amico Fernando Alonso ha già dato il suo contributo anche in un'altra raccolta fondi lanciata dal cestista Pau Gasol e dal tennista Rafael Nadal (alla quale molti personaggi dello sport spagnolo hanno preso parte con entusiasmo), senza dimenticare che lui ed il compagno Lando Norris sono stati i primi piloti di F1 ad andare incontro ad un taglio dello stipendio.