La F1 del 2020 ha finalmente una data, anche se legata al mondo virtuale. Si tratta del 10 luglio, data ufficiale dell'uscita del videogioco "F1 2020", sviluppato nuovamente da Codemaster. Il gioco uscirà per Ps4, Xbox One, Pc (Dvd e Steam) e per la prima volta anche per Google Stadia.

Leclerc vince il Gp d'Australia virtuale

Le novità

Visto anche il successo che stanno riscuotendo le corse virtuali tra gli appassionati, vista anche la l'adesione a questo tipo di competizione da parte di giovani piloti come Leclerc, Verstappen, Norris e tanti altri. Per il 2020 la Codemasters ha in programma alcune novità originali, perché dopo aver dedicato la Deluxe Edition dell'edizione 2019 a Senna e Prost, stavolta toccherà a Michael Schumacher, con quattro delle vetture più importanti della carriera del tedesco presenti nel gioco: saranno la Jordan 191 del 1991, quella del debutto di Schumi, le Benetton del biennio '94-'95 e la Ferrari F1-2000, quella del primo titolo con il Cavallino. Le Deluxe Edition 2020 garantirà contenuti esclusivi e la possibilità di avere il gioco tre giorni prima dell'uscita ufficiale. Altra grande novità la modalità "Il mio team", nella quale i giocatori si potranno mettere all'opera con una propria squadra da creare e condurre al successo. Il multiplayer non sarà più solo online, dal momento che viene introdotta la modalità split-screen, ovvero quella dello schermo condiviso per giocare in coppia. 

Verstappen ospite della Supercars Eseries

La Seventy edition

Ci sarà anche un'altra edizione del gioco, la cosiddetta "Seventy edition", dedicata ai 70 anni della Formula 1. Per questa versione ci saranno altri bonus esclusivi ed in caso di pre-order uno steeelbook, ovvero una copertina rigida speciale per il gioco. Non mancheranno nel gioco tutte le esperienze delle edizioni passate, ovvero le macchine storiche, tutti i circuiti del mondiale (compresi Vietnam ed Olanda) e la carriera, adattabile alle esigenze del giocatore, che può scegliere di cominciare subito in un top team oppure di fare la gavetta e partire dalla Formula 2.