Quello di Carlos Sainz jr è uno dei nomi caldi per il mercato piloti del 2020. Un mercato che potrebbe non iniziare neanche, se prevarrà la linea di non fare cambiamenti tra le squadre alla luce di un mondiale che non è ancora iniziato. Ma se qualcosa cambierà, il nome di Carlitos dovrà essere tenuto in considerazione.

Carey indica il programma 2020

Fiducia nei propri mezzi

Lo spagnolo è infatti uno dei nomi sul taccuino della Ferrari, sebbene il Cavallino abbia ribadito con forza che la prima scelta è e resta Sebastian Vettel, al quale è già stato proposto un rinnovo. Se per qualche motivo la trattativa con il tedesco dovesse saltare, i possibili sostituti potrebbero essere Daniel Ricciardo, Antonio Giovinazzi e appunto Carlos Sainz. Il figlio del due volte campione del mondo di rally comunque cerca di non farsi distrarre dalle voci di mercato, come afferma in una video intervista al quotidiano spagnolo Mundo Deportivo: "Mi sforzo di stare fuori dalle voci di mercato, rilassandomi leggendo un libro o guardando una serie Tv. Tuttavia seguire le notizie della F1 mi piace, sui rumors non dico niente semplicemente perché non c'è niente di nuovo, la F1 è bloccata e niente si sta muovendo. Per quanto mi riguarda ho fiducia nelle mie possibilità, nella passata stagione credo di essere migliorato molto, penso che potrei far bene sia in Ferrari che in Mercedes o in McLaren, su questo non dovrebbero esserci dubbi".

Hamilton: "Che vuoto senza corse!"

La quarantena di Carlos

Come tutti i colleghi, Carlos è confinato in una quarantena forzata e si ritrova ad avere molto tempo libero più del solito: "Lo sto vivendo relativamente bene, mi sto sforzando di fare cose nuove con me stesso. Nella mia vita non ho mai avuto così tanto tempo libero per fare cose a livello personale e mi sta servendo anche per sperimentare un po'. Ad esempio sto provando una dieta diversa e allenamenti leggermente diversi, e comunque mi sto allenando tre o quattro ore al giorno. Ho anche alcune cose che mi piace fare quando ho tempo libero e questo è il momento giusto per farle".

Sterzi a parte: magari Binotto desse ragione a Binotto