Precisamente 70 anni fa, il 21 maggio 1950, la Ferrari debuttava ufficialmente in Formula 1 al Gran Premio di Monaco. Sette decenni dopo, stesso giorno, la Ferrari invece riparte, tornando al lavoro per preparare la stagione 2020. Si è infatti concluso il periodo di stop forzato causa Covid-19, con il Reparto Corse che può dunque prepararsi alla ripresa, sebbene graduale.

Russell nel futuro della Mercedes?

Di nuovo al lavoro per la stagione 2020

La Gestione Sportiva di Maranello avvia la ripartenza proprio oggi, giovedì 21 maggio, a poco più di sei settimane da quella che dovrebbe essere la prima gara della stagione, il Gp d'Austria previsto dal 3 al 5 luglio. Non è quindi molto il tempo a disposizione del Cavallino (ma è sostanzialmente lo stesso per tutti) per preparare al meglio la SF1000, che ovviamente si presenterà, è presumibile pensare, già con qualche sostanziale differenza rispetto alla monoposto che ormai più di due mesi fa avrebbe dovuto scendere in pista in Australia. Il lavoro non è ancora a pieno regime (i motoristi sono tornati parzialmente operativi la scorsa settimana, altri tecnici non possono ancora andare oltre lo smart working da casa), si farà comunque il massimo per farsi trovare pronti per i primi di luglio. Sul fronte power unit si attende un piccolo step rispetto alla versione prevista per Melbourne, sul fronte aerodinamico e del telaio ancora difficile fare previsioni ma la Ferrari cercherà di mettere ogni novità possibile, per un semplice motivo: la macchina che andrà in pista a Spielberg verrà omologata in alcune parti, come telaio e sospensioni, che poi rimarranno praticamente le stesse fino al 2021, motivo per cui è bene farsi trovare più che pronti con la versione più innovativa possibile della monoposto.

Un anno senza Niki Lauda

Parte la serie "100x1000"

Se il mondiale riuscirà veramente a partire, occorreranno 9 Gp alla Ferrari per tagliare il traguardo delle 1000 gare disputate in F1. Il Cavallino è fiducioso e per questo a partire da oggi inizierà a pubblicare le puntate di "100x1000", una serie che celebra i 1000 Gp della Scuderia attraverso il racconto di 100 tra le più significative apparizioni in F1 del team di Maranello. Questi episodi riprenderanno immagini, foto, parole e citazioni dell'esperienza della Rossa in F1. Come si legge sul sito, la data non è causale: è stato scelto di partire il 21 maggio con questa serie proprio perché come detto in apertura 70 anni fa la Ferrari debuttava in F1 a Montecarlo, con il 2° posto di Alberto Ascari. Potrete seguire il tutto sul sito ufficiale della Scuderia Formula1.ferrari.com e sui canali social della squadra.

Sainz e le trattative in quarantena