Niente Fiorano, ma Mugello. A quanto pare l'appuntamento è fissato per martedì prossimo, 23 giugno, quando la Ferrari scenderà in pista in Toscana per un test in vista dell'inizio della stagione. Indiscrezione riportata dal Corriere della Sera.

Allison, Mercedes spinge sugli sviluppi

In pista la SF171H

Toccherà a Charles Leclerc e Sebastian Vettel alternarsi alla guida della Rossa, per un test utile ai piloti per togliersi di dosso un po' di ruggine dopo mesi di inattività ed alla squadra per provare tutte le procedure dettate dal protocollo che sarà in vigore a partire dalla prima gara in Austria. Fiorano è stato scartato perché si temevano assembramenti lungo le reti della pista ed anche perché il Mugello è un circuito più impegnativo per i piloti, che potranno così "allenarsi" meglio. In attesa di notizie ufficiali, ancora non sappiamo con certezza a quale monoposto il Cavallino ricorrerà, anche se la logica fa pensare alla SF71H del 2018. Con questa macchina, Leclerc e Vettel potrebbero girare senza limiti, e non necessariamente nello stesso giorno (come fatto dalla Mercedes), mentre ricorrendo alla SF1000 la Ferrari non potrebbe coprire più di 100 chilometri in tutto (come dice il regolamento del filming day, che consente l'utilizzo di una monoposto attuale ma con chilometraggio limitato e con gomme dimostrative), che al Mugello vuol dire avere a disposizione non più di 20 giri, ovvero una decina di passaggi a pilota. Quella di ieri per le strade di Maranello era solo una prova dimostrativa, che per regolamento non può essere effettuata su pista e che non può superare i 15 chilometri di percorso.

Ricciardo si attende una gran lotta a centro gruppo

Buon auspicio per il Gp al Mugello?

A questo punto è lecito chiederselo: sono "prove generali" in vista di un possibile Gp in Toscana? Ieri il sindaco Nardella ha affermato che la possibilità di vedere una corsa sulle colline fiorentine è molto concreta, chissà che la Ferrari non voglia in qualche modo concedere una manciata di giri a Leclerc e Vettel per prendere confidenza con il circuito. La Ferrari avrebbe tutto l'interesse a correre al Mugello: venendo posto dopo Monza, si tratterebbe del Gp numero 1000 per il Cavallino, che sarebbe ben lieto di festeggiarlo sulla pista di casa.

Sainz e Norris in pista con una Formula 3