Archiviata la pratica austriaca, il Circus sta scendendo in pista per le qualifiche del Gp d'Ungheria. La partenza è iniziata alle 15 sull'Hungaroring, dove si sta correndo all'asciutto, nonostante il meteo avesse previsto pioggia.  Un cielo che è stato la vera incognita del weekend, tra momenti di tregua al mattino e altri di rovesci pomeridiani. Un nodo che si dovrà sciogliere anche domani in gara con le previsioni che indicano ancora pioggia con le monoposto in balia del bagnato. 

L'ultima sessione di prove libere questa mattina ha visto tornare la Mercedes al comando con un Bottas scatenato a 1'15"437, davanti ad Hamilton, padrone invece delle Fp1, a +00"042. Fp3 che hanno visto riprendere freneticamente in pista tutto il lavoro delle scuderie interrotto ieri pomeriggio per la troppa pioggia caduta durante le Fp2, dove invece aveva svettato Vettel col miglior tempo di 1'40"464. La sensazione in casa Ferrari è che dopo le tre sessioni di giri liberi concluse con Leclerc 4° e Vettel 8°, l'asfalto ungherese, meno ricco di rettilinei, faccia bene alla SF1000. 

Tutti i team oltre a combattere per riuscire a conquistare la prima fila, in queste qualifiche saranno impegnati nella ricerca del giusto bilanciamento delle proprie monoposto tra asetti da asciutto e bagnato. Si preannuncia un sabato molto difficile per il Circus. 

Segui qui la diretta delle qualifiche del Gp d'Ungheria del Mondiale di F1 2020

GP Ungheria, allarme coronavirus: due positivi nel paddock