Dopo tre anni Chase Carey è pronto a farsi da parte, per lasciare il ruolo di Ceo della Formula 1 a Stefano Domenicali. Carey resterà comunque nell'orbita F1, assumendo il suolo di presidente non esecutivo.

Hamilton non contento del venerdì: "Libere 1 da dimenticare, devo lavorare su guida e assetto"

2020, una sfida molto impegnativa

Le sue parole di commiato sono state raccolte dal sito ufficiale della Formula 1, al quale Carey ha affidato il suo pensiero: "E' stato un onore guidare la Formula 1, uno sport globale con una storia alle spalle lunga 70 anni. Sono orgoglioso della nostra squadra che non solo ha attraversato un 2020 immensamente impegnativo, ma che ha anche risposto con ancor più convinzione e determinazione nelle aree della sostenibilità, della diversità e dell'integrazione. Sono sicuro che abbiamo costruito delle solide basi affinché il business cresca a lungo termine. E' stata un'avventura e mi è piaciuto lavorare con le squadre, la Fia e tutti i nostri partner. Guardo avanti rimanendo coinvolto nel progetto e supportando Stefano che prende il comando".

Gp Russia, Fp2: cronaca, tempi e passi gara