Se ne è andato intonando la canzone "Azzurro" di Adriano Celentano riscritta a modo suo, con un bigliettino nascosto dentro la macchina per tutta la gara. Segno di un addio comunque sereno per Sebastian Vettel, nonostante la fine dell'avventura in rosso sia arrivata con un mesto 14° posto.

GP Abu Dhabi: domina Verstappen

L'inizio un sogno, finale difficile

Il tedesco a fine corsa ha parlato così: "Più svuotato o sollevato? Non lo so, forse tutte e due le cose, ma non parliamo della gara... Gli ultimi sei anni sono stati molto speciali per me, all'inizio è stato un sogno, alla fine invece è stato un po' triste, ma è andata così. Penso che sono contento di fare il prossimo step, mi dispiace per la squadra, sento un grande affetto nei miei confronti, mi mancherete".

Verstappen: "Abbiamo fatto tutto nel modo giusto"

Per l'Aston Martin c'è tempo

Poi ha concluso: "Prossimo anno? Oggi come ho detto non mi va di parlare della gara, adesso sono contento di tornare a casa, dalla mia famiglia. Festeggeremo il Natale ed il nuovo anno, e spero il prossimo anno possa essere migliore per tutti, senza questo caz*** di Covid. Oggi sono contento e triste contemporaneamente. C'è tempo per pensare alla nuova squadra, c'è un sacco di tempo. Adesso voglio tornare per l'ultima volta nel box, poi andrò a casa ed a gennaio potremo iniziare a lavorare".