Alla Red Bull non era mai capitato di infilare due pole position consecutive nell'era ibrida (quella dell'ultimo GP del 2020 e quella di oggi), e questo è sicuramente un dato incoraggiante per il team guidato da Christian Horner. Il quale ci ha tenuto ad aggiungere che la monoposto di Verstappen non era perfetta, causa danno al fondo costato, secondo le stime, circa un decimo.

Verstappen: "All'ultimo giro sapevo di poter dare di più"


Red Bull in pole in Bahrain, non accadeva dal 2012

Horner ha commentato così la prestazione dell'olandese: "Per la prima volta dal 2012 siamo in pole position su questo circuito, merito del tempo di Max con le morbide, mentre Hamilton forse non ha guidato al limite. Non si sa mai veramente quale sia la tua posizione nello schieramento, puoi saperlo solo quando si gira scarichi di benzina e nelle stesse condizioni per tutti, come in qualifica. Da questa sessione possiamo dedurre che sarà un testa a testa tra noi e Mercedes, Max ha dato un colpo abbastanza forte sul fondo ed abbiamo perso alcuni pezzi di carbonio, pensiamo che questo gli sia costato circa un decimo sui suoi tempi in Q2 e Q3".

Hamilton: "Ho dato tutto, ma non è bastato"