Leclerc, prove libere del GP dell’Emilia Romagna col botto. Il monegasco ha finito con qualche minuto di anticipo il suo venerdì di Imola a causa di un errore nel finale delle FP2, che l’ha visto perdere il controllo della SF21 andando dritto alla Rivazza per stamparsi contro le barriere.

Ala e sospensione anteriore destra rotte e nulla più: “Colpa mia - ha detto via radio - Stavo spingendo”.

Prestazione ottima

Errore segno di troppa fiducia, che va interpretato in maniera positiva. A novembre 2020 la gara di Imola fu un disastro per la Ferrari, tre settimane fa la SF21 ha mostrato timidi segnali di ripresa e ora ha permesso a Leclerc di andare a cercare il suo limite con maggior convinzione.

Infatti, al di là dell’incidente, Charles ha terminato il primo turno in quarta posizione e il secondo in quinta, competitivo sia sul giro secco che sul passo.

GP Emillia Romagna, risulati delle prove libere

“La giornata non è stata semplice - ha commentato - ma nonostante il tempo perso nella prima sessione e l’incidente alla fine della seconda, la prestazione è stata ottima. La vettura è veloce, il bilanciamento è buono e mi sono sentito a mio agio immediatamente. Ovviamente soltanto domani sapremo quali sono i veri valori in campo, anche perché forse qualcuno non ha ancora mostrato tutto il proprio potenziale”.

SF21, il bilianciamento è quello giusto

Dunque, al netto degli errori, la SF21 gradisce Imola. La vettura non è stata toccata rispetto al Bahrain: semplicemente, le temperature più basse e la configurazione del circuito sono più adatte alla Rossa.

“Oggi pomeriggio ho commesso un errore mentre stavo spingendo a fondo in configurazione gara, mi dispiace per i ragazzi ma per fortuna mancavano solo due minuti. Meglio ora poi che in gara. Sono stato contento del mio giro secco: il tempo che mi è stato cancellato per una manciata di centimetri in curva 9 sarebbe stato il migliore e anche sulla distanza credo che abbiamo trovato un buon bilanciamento” ha confermato il ferrarista.

Che ha concluso: “La pista è bellissima e non vedo l’ora di tornare in macchina domani per la qualifica, dove penso che un buon risultato possa essere alla nostra portata”.