Quando a Chistian Horner si chiedeva se potesse essere Andy Cowell uno dei tecnici di punta sui quali Red Bull Powertrains avrebbe puntato per le operazioni dell'area tecnica, il team principal minimizzava ed escludeva lo scenario.

Da un ex Mercedes-AMG HPP, reparto di motoristi che lavora a Brixworth, al responsabile dell'ingegneria meccanica di High Performance Powertrains, Ben Hodgkinson. È il nome individuato per dirigere Red Bull Powertrains, della quale sarà direttore tecnico.

Verso la power unit 2025

La struttura nasce negli spazi di Milton Keynes, adattati per gestire la power unit Honda tra il 2022 e il 2024. Dal 2025 si aprirà una nuova era e Red Bull Powertrains ha sottolineato l'intenzione, in prospettiva, di poter curare in prima persona dello sviluppo di una nuovo motore. Era una delle opzioni accanto alla collaborazione con un marchio motorista a supporto. Adesso si imbocca una strada chiara.

Honda rivela i segreti della power unit 2021

Hodgkinson sarà responsabile di tutti gli aspetti tecnici, "con un focus cruciale sullo sviluppo della power unit Red Bull inaugurale, allineata ai nuovi regolamenti della Formula 1 attualmente programmati per il 2025". Il riferimento, chiaro, è a un motore che sarà firmato personalmente da Red Bull.

Da Ilmor a Mercedes HPP

Hodgkinson arriva da Mercedes HPP, sarà operativo alla scadenza del suo contratto attuale. Prima di lavorare a Brixworth sotto le insegne HPP, per il tecnico inglese la Formula 1 è stata l'esperienza in Ilmor Racing, antesignana di Mercedes AMG HPP. Prima ancora l'impegno nella progettazione di motori turbocompressi per Le Mans e il lavoro sullo sviluppo dei propulsori per le WRC.

"Ben guiderà il gruppo dei motoristi in piena integrazione con la squadra responsabile del telaio, per realizzare future power unit che consentano a Red Bull di competere nel mondiale".

Il destino nelle proprie mani

Per Red Bull si aprono prospettive nuove come l'impegno in Formula 1, finora sempre sotto forma di team con un motorista alle spalle: "Ben arriva in questo progetto incredibilmente entusiasmante come un tecnico vincente e un innovatore, in grado di guidare un team di ingegneri con alte competenze. 

Quando Red Bull ha annunciato la creazione di Red Bull Powertrains stava annunciando anche una nuova fase nelle ambizioni dell'azienda in Formula 1: portare ogni aspetto della progettazione della macchina in casa e mettere il nostro destino nelle nostre mani", spiega Christian Horner.

"L'espressione assoluta di tutto ciò è nello sviluppo di una power unit Red Bull sulla futura generazione di regolamenti sul motore in Formula 1. L'ingaggio di Ben segnala il nostro intento sul lungo periodo e lo supporteremo con tutte le risorse disponibili necessarie per avere successo". 

Ex rivali

Lui, Hodgkinson, aggiunge: "Sono estremamente eccitato di unirmi a Red Bull Powertrains come direttore tecnico. Non è stata una decisione semplice da prendere, quella di lasciare HPP dopo quasi 20 anni, però l'opportunità di assumere un progetto così importante e ambizioso è un grande onore. 

Red Bull è un attore importante in Formula 1 ed è stato il nostro più grande avversario nell'era ibrida, non vedo l'ora di scoprire cosa potremo ottenere insieme in questa nuova fase dell'avventura dell'azienda".