GP Francia, Leclerc: "Spero di sbagliarmi ma faticheremo e non ci saranno sorprese"

GP Francia, Leclerc: "Spero di sbagliarmi ma faticheremo e non ci saranno sorprese"© Getty Images

Il monegasco della Ferrari ridimensiona le aspettative sul circuito di Le Castellet: "Dopo Baku mi aspetto un ritorno alla normalità e di andare però in gara a punti"

Redazione

17 giugno

Scordate Baku e Monaco, scordate una pole position Ferrari. Questo è il pensiero di Charles Leclerc nella consueta conferenza stampa del venerdì prima del weekend del GP di Francia.

La doppia pole consecutiva e il quarto posto in Azerbaijan per il monegasco sono state un lampo rosso inaspettato, che non rivivrà a Le Castellet. Convinzioni di Leclerc, palesate anche altre volte alla vigilia di un GP e che poi per fortuna non si sono avverate. Soprattutto sarebbe un vero peccato deludere i tifosi di Maranello e il pubblico sugli spalti, seppur in forma ridotta. "Il pubblico? Averlo qui è entusiasmante - ha detto il compagno di scuderia di Sainz-. A prescindere dal fatto che tu abbia ottenuto una buona o una cattiva prestazione, è sempre bello avere gli spettatori. Non li possiamo sentire, magari, ma certamente li vediamo dalla macchina e sarà una grande sensazione riaverli“.

Esclusiva Ferrari segretissima: parla Togninalli

"Ci manca qualcosa, ma la Ferrari può essere terza"

Previsioni permettendo, sicuramente è sempre meglio partire con un profilo basso per "ammortizzare" la pressione addosso e anche per poter godere meglio una futura gioia: "La pole di Baku è stata una grande sorpresa, mentre in gara sapevamo esattamente cosa aspettarci. Mi aspetto un ritorno alla realtà. Me lo aspettavo anche a Baku, e abbiamo ottenuto un quarto posto. Ho sbagliato dunque le mie previsioni nello scorso Gran Premio e spero di sbagliarmi ancora, ma credo che per questo fine settimana dovremo purtroppo rivedere le aspettative".

Il feeling con la SF21 non manca, anzi. Il problema per Charles rimane quel qualcosa in più che manca in Ferrari e che comunque per ora evidenzia una difficoltà importante su alcune piste tradizionali, più favorevoli ai top team come Mercedes e Red Bull. 

L'obiettivo comunque resta sempre consolidare il terso posto nella classifica costruttori e battere quindi la McLaren: "Faticheremo un po’ di più rispetto agli scorsi weekend, questo circuito ha una velocità media superiore. A ogni modo, non mi aspetto di essere fuori dai punti. Credo che possiamo ambire a essere il quarto, se non il terzo team, dunque combatteremo con McLaren, AlphaTauri, le stesse squadre contro le quali siamo soliti lottare, però con un gap maggiore rispetto a Mercedes e Red Bull. Il layout del Paul Ricard ha diverse curve medio veloci. Dobbiamo cercare, passo dopo passo, di migliorare la performance e raccogliere il massimo dalla nostra vettura. Nelle curve medio-veloci ci manca ancora qualcosa. Ma in generale ci manca qualcosa nel pacchetto complessivo".

Sain: "La mia sfida alla Ferrari è con Charles"

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi