Quale gara avrebbe potuto correre Charles Leclerc senza l'incidente al primo giro con Pierre Gasly? A scorrere l'ordine d'arrivo del GP di Stiria, a leggere il passo gara della Ferrari, la posizione di Lando Norris, la quinta, era assolutamente contendibile. 

Peccato che fuori da curva 1, al via, Leclerc e Gasly escano appaiati, in battaglia per la posizione, entrambi oltre i limiti della pista e, verso curva 2, il contatto dell'ala anteriore della SF21 con la gomma posteriore sinistra dell'AlphaTauri vada a condizionare il GP di entrambi i piloti. 

 "M**da, è una delle mie migliori prestazioni di sempre". Così, prima ancora di scendere dalla macchina, via radio Leclerc. "Però, dall'altra parte sono così maledettamente deluso. Devo guardare le immagini, non so quanto si sia mosso verso sinistra". Alonso-Gasly-Leclerc, verso curva 2 che necessariamente piega verso sinistra, tutti sul lato destro della pista. Un episodio di gara che azzoppa un GP di Stiria - quello di Leclerc - e ne affossa un altro (Gasly).

Passo incredibile

Il recupero dal fondo dello schieramento è la conferma della competitività sul passo gara della Ferrari con gomma dura, "abbiamo una sensazione agrodolce, è una delle mie prestazioni migliori in F1 da un parte, però c'è stato quel problema all'inizio e devo accontentarmi della settima posizione. Senza il problema in partenza avremmo potuto lottare per una posizione migliore. È stata una gara con un ritmo incredibile e tanti sorpassi", prosegue Charles.

"Sicuramente è stata un'altra Ferrari, oggi era una grande macchina, è stata una giornata molto positiva.

La prestazione di oggi è stata veramente bella, escludendo quanto successo al primo giro. Abbiamo fatto il massimo, sorpassi aggresivi ma sempre andati bene, il passo era sempre molto buono, il degrado anche è andato bene". 

Gran reazione di squadra

Come dopo il GP di Francia la reazione del team è stata di analisi approfondita per capire le ragioni della debacle - con dirette risposte che vedremo tra poche settimane, a Silverstone - così dopo questa prestazione austriaca serve tornare a studiare e capire su cosa e come lavorare in modo differente per trovare prestazione sul giro secco, senza barattare rendimento sul passo.

"Il team ha fatto un grande lavoro dopo la Francia, c'è tanto lavoro dietro le quinte, il risultato è positivo e mostra che la squadra sta lavorando tanto dietro le quinte; oggi è andata molto bene anche meglio di quanto non fosse prevedibile. Analizzeremo per capire bene tutto e riprodurre queste prestazioni in futuro", dice Leclerc.

Ordine d'arrivo