Sei millesimi fanno la differenza tra un Q2 e un Q3. Lo sa bene George Russell che nelle qualifiche del GP d'Austria è riuscito a centrare la top 10, mettendosi con prepotenza davanti alle Ferrari, grandi escluse dall'ultima sessione delle qualifiche. Un grande traguardo per la scuderia di Grove che non centrava un Q3 da Monza 2018 con Stroll, e non passava entrambe le Rosse dal 2015 con Webber e Heidfeld.

Leclerc fuori dal Q3: "Non ci aspettavamo Russell e la Williams davanti"

Entusiasta come ai tempi della Formula 2

Un risultato eccezionale, per un pilota davvero talentuoso che i rumors fuori e dentro dal paddock della Formula 1 vedono sempre più vicino alla Mercedes, ovviamente ai danni di Bottas. E non c'è dubbio che questa Williams stia strettina al giovane pilota inglese, eletto dai tifosi della Formula 1 miglior MVP di giornata.

“Per noi oggi passare nel Q3 è incredibile e passare con le gomme medie ci mette in una posizione davvero super per domani. Sono veramente entusiasta come non lo ero nei giorni di gloria della Formula 2. Cosa mi aspetto da domani? Qualcosa di speciale, sarà una giornata fortunata. Sebastian probabilmente sarà penalizzato e quindi forse partirò ottavo. In ogni caso saremo in posizione molto buona.

Siamo sulle medie, abbiamo piloti con soft e medie davanti e dietro e pensiamo che le soft siano un disastro. Quindi attacchiamo al massimo, guardiamo avanti. Fare punti deve essere l’obiettivo minimo“.