Sainz spera nel "caldo" di Silverstone per arginare le difficoltà

Sainz spera nel "caldo" di Silverstone per arginare le difficoltà© Getty Images

La sessione di qualifica già al venerdì pomeriggio darà solo un'ora di tempo, le libere 1, alle squadre per regolare gli assetti in modo ottimale. Sainz sottolinea i rischi di un circuito impegnativo sulle gomme anteriori, tallone d'Achille della SF21

Fabiano Polimeni

16 luglio

Dov'eravamo rimasti? Paul Ricard, Francia, prima delle due gare in Austria, di altro segno rispetto alla crisi in gara sofferta al Le Castellet. Per la Ferrari c'è una Silverstone difficile davanti, perché ritorna il tema tecnico di un circuito impegnativo sulle gomme anteriori, da lunghi curvoni veloci.

Il meteo, tradizionalmente fattore "pazzo" Oltremanica - perlopiù per i continui rischi di pioggia - potrebbe essere un po' d'aiuto: "Sembrerebbe che possa essere un week end più caldo, non sarebbe male per la Ferrari. Preferiamo il caldo al freddo,  abbiamo questo problema sulle gomme anteriori", commenta Sainz.

Leclerc ha fiducia nella Ferrari: "C'è lo spirito giusto"

“Silverstone è una pista ‘front limited’ e noi su questo tipo di tracciati abbiamo fin qui faticato perché soffriamo di un forte degrado sugli pneumatici anteriori. Abbiamo cercato delle soluzioni dopo la Francia ma temo che dovremo fronteggiare anche qui questo tipo di problemi”.

Un'ora per essere al top

Il tasso di difficoltà dell'adattamento della monoposto in pista sarà massimo, considerata l'unica ora di prove libere, oggi, a disposizione per mettere a punto l'assetto. Sarà importantissimo aver lavorato al simulatore definendo  scelte d'assetto le più bilanciate possibile, perché si andrà di fatto subito in qualifica, senza la possibilità di intervenire sulla macchina: giochi definiti già alle 19:00 italiane, orario di apertura della pitlane a Silverstone per il turno di qualifica.

"A Maranello abbiamo organizzato diverse riunioni in vista di questo fine settimana con tutto il team, e sono curioso di scoprire come effettivamente si svolgeranno le diverse sessioni in pista”.

Pirelli "nuove" non impatteranno

Pirelli introduce la nuova costruzione, sulla quale tuttavia Sainz non vede particolari problemi: "Non impatterà molto la nuova costruzione posteriore, l'abbiamo provata in Austria ed è molto simile alla precedente. Non cambierà il bilanciamento, non vedremo grosse differenze".

Il sondagio - Ti piace il nuovoc oncept di monoposto 2022? Vota

Nel fare le carte al GP di Gran Bretagna, è prevedibile una McLaren ancora molto competitiva, in aggiunta al rischio di vedere macchine come Aston Martin e Alpine avvicinarsi alle contendenti per il terzo posto nel Costruttori, come già avvenuto nel GP di Francia.

Qualifica sprint un'opportunità in più

Equilibri sui quali la Qualifica sprint (qui tutto quello da sapere) introdurrà possibilità di battaglia nuove,  un modo per contendere la posizione in vista della gara domenicale, anziché guadagnarla sulla prestazione velocistica pura.

"L'obiettivo è di continuare a ottenere buoni risultati, abbiamo iniziato recentemente a ottenerne di buoni e la Qualifica sprint sarà una partenza in più, una possibilità in più, di avanzare come di avere un incidente al primo giro. Movimenterà un po' le cose, tutto il format del week end: per le strategie, per tutte le cose coinvolte, ci saranno più aspetti ai quali pensare, con le gomme: è più complesso ed è più divertente.

C'è un extra-stint della gara, un'opportunità in più. Provare il format su tre gare quest'anno aggiunge un po' di pepe allo spettacolo", il Carlos-pensiero..

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi