Sguardo a Budapest, senza pensare troppo a Silverstone. Perdere un GP negli ultimi chilometri è stato un grande dispiacere per la Ferrari e Charles Leclerc, ma entrambi hanno messo l'Inghilterra alle spalle ed adesso puntano forte sul GP Ungheria.

Hamilton a caccia di record sulla pista dove tutto è cominciato con la Mercedes

Tante cose buone

Il monegasco ha sottolineato i tanti aspetti positivi del fine settimana inglese nella conferenza di Budapest: "Non ci penso molto, mi concentro sulla prossima gara. Ovviamente è stato frustrante perché la vittoria era vicina ed aver perso il comando così tardi nella gara ovviamente fa male. Ma d'altra parte ci sono state anche tante cose positive, ad esempio che sono riuscito a tenere il passo della Mercedes, soprattutto nel primo stint. Nel secondo stint le cose sono andate diversamente, ma nel complesso è stato un fine settimana molto positivo per noi".

Adami svela il "suo" Carlos Sainz: "Grande impatto sul mondo Ferrari"

Piedi per terra

L'Hungaroring rappresenta una buona occasione per far bene per la Ferrari, ma Charles non vuole farsi illusioni: "Ho la sensazione che possa essere un fine settimana molto positivo per noi, ma non credo che saremo forti come a Montecarlo. Spero che almeno saremo al vertice del gruppo di mezzo perché, realisticamente, questa è la posizione per cui lottiamo quest'anno. Questo è l'obiettivo più importante di questo weekend. Penso che avremo ottime possibilità di riuscirci se facciamo un buon lavoro".

GP Ungheria: speranze Ferrari nell'ultimo sforzo prima delle vacanze