Un buon risultato per andare in vacanza in serenità. E' tutto ciò che chiede Carlos Sainz per il GP Ungheria, undicesima prova del mondiale 2021 ed ultima tappa prima della sosta estiva. Su una pista che si sposa bene con le caratteristiche della Ferrari e dove il pilota ha sempre portato a casa buoni risultati, lo spagnolo è fiducioso di poter fare bene.

Sainz quasi sempre a punti in Ungheria

Ad eccezione del 2015, anno del debutto, il figlio d'arte è sempre andato a punti a Budapest, ma non si dà meriti particolari per questa serie di piazzamenti: "Il circuito mi piace, ma non direi che sono uno che va particolarmente forte qui. L'essere quasi sempre andato a punti credo sia più una coincidenza, ci sono riuscito forse perché ho sempre guidato macchine che si adattavano bene a questo tipo di pista ed ho potuto trarne vantaggio. Ma sono felice di essere qui e anche le previsioni del tempo sembrano interessanti. Cercheremo di portare a casa un buon risultato prima della pausa estiva per andare in vacanza con il buon umore".

La SF21 soffre il freddo

Poi Carlos ha parlato del fine settimana che lo attende, con uno sguardo a meteo e temperature: "Potrebbe far caldo, condizione che influenza l'equilibrio del veicolo. Gomme? E' sempre un aspetto da tenere in considerazione, sappiamo che a volte ci danno preoccupazioni soprattutto le anteriori. Il fatto che questa volta dovrebbe essere caldo come a Silverstone e in Austria ci rende un po' più tranquilli in questo senso, perché ogni volta che fa freddo ed il bilanciamento si sposta verso l'anteriore tendiamo ad avere problemi. Spero che il tempo e le caratteristiche della pista ci aiutino".