Dopo il botto nelle FP3 il rischio di stare a guardare gli altri in qualifica era concreto, invece Carlos Sainz è riuscito a scendere in pista grazie al lavoro dei meccanici Ferrari, ripagandoli con il sesto tempo ad appena un centesimo da Leclerc.

Capolavoro al box

Sainz ha speso delle belle parole per i ragazzi del box, facendo passare il risultato in secondo piano rispetto allo sforzo dei meccanici: "Se oggi sono sceso in pista il merito è solo dei meccanici, hanno fatto un lavoro incredibile e sinceramente non so come ci siano riusciti. La macchina è arrivata dopo quasi 25 minuti, restava solo un'ora e mezza prima di dover uscire dai box per le qualifiche. Con un'ora e 35 minuti non so come abbiano fatto a metterla a posto consentendomi di fare due tentativi in Q1, cosa che mi ha permesso di riprendere un po' di confidenza. La Q1 è stato un momento di tensione molto alto, ma alla fine ce l'abbiamo fatta e devo ringraziarli".

I tempi