Scivoloso come una domenica da correre da ultimo della classe insieme a Verstappen. Charles Leclerc glissa su questo venerdì di prove libere per il GP di Russia. Una giornata intensa per la Ferrari che ha completamente diversificato il alvoro in pista dei suoi due piloti. Dal momento che il monegasco sarà costretto a partire dal fondo dello schieramento per la sostituzione della quarta power unit stagionale della sua Ferrari SF21.

Una scelta, quella fatta dal team, che ha portato Charles a focalizzarsi quasi esclusivamente sul GP e non sulle qualifiche. Risalire la lunga lista delle posizioni sarà difficilissimo, soprattutto se il meteo avverso (da domani sono previste forti pioggi su Sochi) condizionerà la gara proprio come a Spa. 

Sainz: "Ferrari ok su questo tipo di pista"

Che pista a Sochi!

In questo venerdì di FP1 e FP2 il compito di Leclerc, 4° al mattino e 10° al pomeriggio, è stato quello di testare la "nuova" power unit evoluta di Maranello, con la nuova componente elettrica dotata di 10 cv in più che sarà ogetto di test in vista della nuovo propulsore per il Mondiale 2022.

Esperienza col nuovo sistema ibrido promossa: "Oggi avevo un programma diverso da quello di Carlos: io mi sono focalizzato più sulla simulazione di gara che sulla qualifica dal momento che dovrò partire dal fondo della griglia domenica. L’evoluzione della pista mi ha sorpreso per quanto è stata marcata. A inizio sessione era molto scivolosa ma migliorava giro dopo giro. Per quanto mi riguarda il graining non è stato un problema e questa è senza dubbio una buona cosa. In termini di guida, la parte nella quale mi sono divertito di più è stato l’ultimo settore".