2 di 2

Tutto pronto per il GP di Gran Bretagna, che dalle 16 darà il via al decimo round del Campionato del Mondo di F1 2021 e primo appuntamento dopo l'inedito format con la Qualifica Sprint. Sul tracciato di Silverstone ieri  il Circus per la prima volta ha corso la gara da 17 giri e 100 km che ha assegnato la "pole position" a Verstappen. La Red Bull così ha messo al collo dell'olandese la corona d'alloro, proprio come succedeva agli inizi della Formula 1, di fronte ad un amareggiato Hamilton che non è riuscito a regalare ancora ai suoi tifosi il primo tempo ottenuto nella qualifica del venerdì.

Sarà una bella sfida quella tra Max e Lewis nella gara di casa per l'inglese, fomentatissimo dai suoi ammiratori, e con le tribune gremite però anche di cappellini e bandiere arancioni per sostenere anche l'attuale leader della classifica piloti. Al momento il punteggio è di parità tra i due: chi sarà il vincitore del GP britannico? Max alzerà il trofeo a casa di Hammer? O Lewis porterà a casa il record delle 8 vittorie qui confermandosi come unico Re della sua Silverstone?

In seconda fila ci sarà l'altra Mercedes, quella di Bottas, che precederà la Ferrari di Leclerc, autore di un'ottima Qualifica Sprint al sabato. Dietro la Rossa, pronte ad approfittare di un minimo passo falso del monegasco, le McLaren di Norris e Ricciardo.

In quarta fila l’i veterani che su questo circuito hanno sempre dato spettacolo e non si sono risparmiati sportellate: Alonso e Vettel. Chiudono la top ten Russell e Ocon. Sainz invece partirà 11°, che paga il contatto al via con l'inglese della Williams.

GP Gran Bretagna, le strategie di gara

Pirelli, per il GP a Silverstone, ha portato le mescole C1 (bianca, dura), C2 (media, gialla) e C3 (rossa, morbida). La tattica più veloce per i 52 giri previsti è quella a una sosta con la scelta libera della gomma rispetto alle direttive della Qualifica Sprint di ieri che obbligavano i team a usare quella con cui hanno firmato il miglior tempo nella qualifica del venerdì.

La strategia più virtuosa prevde la partenza con la gialla per 18-25 giri e poi il cambio con la bianca per i restanti 27-34 giri. L'alternativa per chi non sceglie le medie è il via con le soft per 14-18 giri per poi passare alle hard pergli ultimi 34-38 giri.

Prevista anche un’opzione a due soste, possibile scegliendo stint più brevi per sfruttare i passo con le mescole più morbide. In questo caso chi parte con le rosse, dovrebbe fermarsi attorno al 10°/15° giro, per poi passare alle C2 da tenere per altri 20/25 giri e finire le 12-22 tornate rimanenti di nuovo con le medie.

2 di 2