Verstappen: "È stata una sofferenza: avevo il fondo della mia Red Bull distrutto"

Verstappen: "È stata una sofferenza: avevo il fondo della mia Red Bull distrutto"© Getty Images

Troppi problemi a Silverstone per l'olandese che chiude con la settima piazza: "Abbiamo limitato i danni, ovviamente avrei voluto ampliare il vantaggio, ma la stagione è ancora lunga"

3 luglio 2022

 Dal numero 1 al numero 7, in una domenica che lo ha visto sgomitare tra mille difficoltà. È un GP di Gran Bretagna da dimenticare per Max Verstappen che a Silverstone ha brillato solo alla prima partenza, quando è riuscito a passare al via Sainz. Un acuto neutralizzato però dal maxi incidente al secondo giro, perché poi dal restart è stata solo una gara di sofferenza per il campione del mondo in carica. Dalla foratura, per un detrito che ha impattato sulla sua gomma, ai vari problemi tecnici con la perdita di potenza e velocità, che lo hanno penalizzato a livello di prestazioni, rilegandolo nel bilico della top ten.

"È stata davvero una gara dura"

Alla fine comunque Max se l'è cavata ed è riuscito a rimanere in top ten, portando punzi preziosi al team di Milton Keynes. “Non ho avuto una foratura – ha detto l'olandese – ma ho colpito un detrito e ho detto subito al team di controllare la macchina. Purtroppo, dopo qualche curva, la vettura ha perso tantissimo ritmo. Mi sembrava una foratura, anche perché nelle curve ad alta velocità mi sembrava che la macchina fosse danneggiata. Mi hanno montato gomme diverse, ma la situazione era la stessa.

Dopo la gara, quando sono uscito dall’abitacolo, ho guardato il fondo e tutta la parte destra del fondo era totalmente distrutta. A causa di ciò ho perso tantissimo carico, e in queste monoposto il fondo è la parte più importante per generare carico. Quando perdi quelle parti lì non è mai una gara bella. Gestire tutto è stata una sofferenza. Faticavamo a far funzionare le gomme, a trovare aderenza, a trovare il giusto bilanciamento aerodinamico. È stata davvero dura. Abbiamo limitato i danni, ovviamente avrei voluto ampliare il vantaggio, ma la stagione è ancora lunga e come si vede possono succedere tanti momenti sfortunati, o cose folli. Noi dobbiamo stare sul pezzo, sperando di avere una gara più fortunata la prossima”.


  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi