Girandola di novità alla vigilia del round di Sochi in Formula 2. Il penultimo appuntamento stagionale vedrà un cambio di volanti che interessa il team BWT HWA e MP Motorsport.

A salutare la serie cadetta e MP Motorsport è Nobuharu Matsushita, rimpiazzato da Giuliano Alesi. Il francese è stato annunciato dopo che, al mattino, BWT HWA ha presentato l’arrivo di Jake Hughes, già con HWA Racelab in Formula 3 da due stagioni (8 podi e 3 vittorie, il palmares) e già campione della Formula 4 britannica.

GP Emilia Romagna, i prezzi dei biglietti per la due giorni a Imola

A Sochi, così, sarà Markelov-Hughes la nuova coppia HWA Racelab, mentre MP Motorsport schiererà Giuliano Alesi e Felipe Drugovich.

Un nuovo inizio 

“Sono felicissimo, emozionato e, soprattutto, motivato dal lavorare con MP e iniziare questa nuova avventura in Formula 2. Non vedo l’ora davvero di arrivare a Sochi, salire in macchina e iniziare”, ha raccontato Alesi, tra i giovani del programa Ferrari Driver Academy.

Quella in corso è la seconda stagione nella serie propedeutica alla Formula 1 per il francese, dove debutta e sarà chiamato a prendere le misure Jake Hughes. Il “salto” dalla Formula 3 porta in gioco altre potenze, la scoperta delle gomme, restano quattro gare tra Sochi e Sakhir per avviare l’apprendistato.

HWA, Hughes talento da coltivare

“Non vedo l’ora di correre le prime gare in F2. Ringrazio tanto BWT HWA Racelab per avermi offerto questa opportunità. La stagione di Formula 3 si è conclusa di recente, dopo 9 week end di gara in 11 settimane, quindi sono assolutamente nella routine di gara. Dovrò anzitutto fare l’abitudine alle macchine, hanno decisamente più potenza delle Formula 3, ma non vedo l’ora di affrontare questa sfida”, le parole di Hughes.

L'editoriale del direttore: Ferrari, l'attesa del segnale buono

Team che spera nel talento inglese, da coltivare, come spiega il team principal Thomas Strick: “Siamo felicissimi di poter dare a Jake la possibilità di dimostrare il suo innegabile talento. È una scelta che si inserisce alla perfezioen nella nostra filosofia di far crescere giovani di talento passo dopo passo e guidarli verso il livello più alto del motorsport. Negli anni, Jake ha prodotto prestazioni convincenti come pilota in pista e come vero uomo squadra. Vogliamo ringraziare Giuliano per il suo impegno con il team, ha ottenuto i nostri primi punti in F2 e gli auguriamo il meglio per il futuro”.

Sterzi a parte: Sto con Mick tutta la vita