La Williams è in vendita. Al miglior acquirente. L’annuncio è stato dato direttamente dalla squadra di Grove. Il terzo team più longevo della Formula Uno dopo Ferrari e McLaren è alla canna del gas. Messo in ginocchio da una crisi senza fine acuita ancora di più dalla pandemia Covid-19. I dati finanziari relativi al 2019 che emergono dalla revisione strategica fatta nel corso degli ultimi giorni parlano chiaro. Dicono che le entrate del gruppo sono diminuite di 16,3 milioni di sterline in appena un anno. Si passa infatti dai 176,5 milioni del 2018 ai 160,2 del 2019.

Per quanto riguarda esclusivamente il reparto F.1, le entrate sono diminuite di ben 35,3 milioni di sterline (95,4 milioni del 2018 contro i 130,7 dell’anno precedente), con perdite di 10,1 milioni di sterline rispetto a un utile di 16 milioni di sterline siglato nel 2018. Una situazione insostenibile che ha portato al doloroso annuncio al quale si è aggiunta un’altra tegola con l’annuncio del main-sponsor Rokit che ha sciolto l’accordo che lo legava alla squadra inglese fino al 2023.

Sterzi a parte: Rivalutiamo il reale!

E' una notizia dolorosa quella che arriva dal Regno Unito e che si aggiunge ai numerosi licenziamenti annunciati anche dalla McLaren che illustrano chiaramente tutte le difficoltà in cui si sta dibattendo la F.1 in questi giorni. Ma non ci sono solo brutte notizie dal fronte perchè proprio nel corso della passata settimana sia Renault che Mercedes hanno smentito le voci di un possibile addio al Circus riconfermando la loro presenza anche negli anni a venire.

Intanto pian piano il mondo del Motorsport si sta rimettendo in moto. II team di F.1 sono tornati al lavoro in vista del primo weekend di luglio quando in Austria dovrebbe prendere il via questo disgraziatissimo Mondiale 2020.  Una stagione che si porterà in dote situazioni inconsuete con tanti piloti con la valigia pronta perchè dal 2021 sanno già che dovranno cambiare aria. Tra questi Sebastian Vettel. A questa situazione del tutto inusuale per il team di Maranello abbiamo dedicato la copertina di questo numero perchè ovviamente è uno dei temi caldi che ci accompagneranno nel corso di una stagione che, almeno stando al calendario provvisorio stilato, dovrebbe prevedere 19 Gran Premi su 16 circuiti.

Dal 29 maggio, intanto, è in edicola un nuovo numero di Autosprint Gold Collection. Si tratta di una monografia di 132 pagine dedicata alla 131 Abarth, la berlina di casa Fiat destinata alle famiglie capace di conquistate tre titoli iridati (nelle stagioni 1977, 1978 e 1980) un mondiale Piloti (con Walter Rohrl nel 1980) e una Coppa Fia Piloti (vinta da Markku Alen nel 1978). Una bella storia in salsa tricolore tutta da rileggere. Buona lettura.