La Formula 1 torna tra le strade di Londra e lo fa a distanza di 13 anni dall'ultima uscita. Sarà qualcosa di totalmente diverso mercoledì 12 luglio. Tutte le scuderie impegnate nel mondiale saranno coinvolte nell'esposizione statica delle monoposto e quello che sarà l'evento clou del pomeriggio, ribattezzato F1 Live London Show and Parade, che partirà dalla Whitehall per proseguire fino a Trafalgar Square e ritorno. 

All'esterno della National Gallery, invece, l'esposizione statica. Liberty Media mette a segno un bel colpo per avvicinare la Formula 1 al pubblico e Sean Bratches, direttore generale delle operazioni commerciali della F1 ha commentato: «F1 Live London è l'esempio più eclatante dell'evoluzione della Formula 1 quest'anno. Crediamo non ci sia modo migliore di questo evento a Londra, che sarà una pietra miliare, per celebrare l'emozionante stagione che abbiamo vissuto finora, alla vigilia del Gran Premio di Gran Bretagna. Darà ai tifosi l'opportunità di avvicinarsi ai team, alle macchine e ai piloti che amano».

Le basi per la creazione dell'evento sono state gettate lo scorso maggio, quando è divenuta pubblica la riunione tra rappresentanti della FOM e il sindaco di Londra, Sadiq Khan, che punta l'accento sull'altra componente dell'evento: la presentazione degli aspetti e le opportunità nascoste della Formula 1, il "dietro le quinte"; dalle chance lavorative all'illustrazione della tecnica e la complessa tecnologia che sta dietro il vertice del motorsport. Sarà la F1 Schools and Innovation Showcase a precedere il run dimostrativo delle monoposto. 

Sterzi a parte: Mercedes più forte, ma la Ferrari fa gol

«E' un'opportunità brillante per mostrare ai giovani della nostra città che imparare le materie scientifiche e ingegneristiche può offrire loro fantastiche carriera ed essere divertente. F1 Live London porterà tifosi di tutte le età e formazione insieme per celebrare lo sport che amano e nel quale la Gran Bretagna è leader mondiale», ha  commentato il sindaco di Londra. 

L'esibizione sarà trasmessa in diretta sul canale Youtube della Formula 1 e sul sito ufficiale formula1.com

L'editoriale: Ora godiamoci questo bel triello