Scendono in campo i simulatori e gli eSports per provare a saziare la voglia di Formula 1 degli appassionati. Tutta un’altra storia, ovviamente. Terranno compagnia in sostituzione dei Gran Premi rinviati a seguito della pandemia di coronavirus: stessa data, stessa sede, cambia “solamente” lo scenario: dal reale al virtuale.

Diversi piloti di Formula 1 si ritroveranno nell’iniziativa annunciata dalla F1, a creare la Esports Virtual Grand Prix series, al volante del simulatore F1 2019 di Codemaster.

Il format prevede, domenica prossima, l’appuntamento a partire dalle 21:00 sul canale Youtube della Formula 1, su Twitch o su Facebook, per seguire la sessione di qualifica e, successivamente, il Gran Premio del Bahrain (virtuale). Si correrà su metà della distanza reale, 28 giri, la sfida si svilupperà su un’ora e mezza.

Assetti e prestazioni uguali per tutti

Le “regole” del confronto prevedono assetti standard per tutti, prestazioni delle monoposto uguali, danni alle monoposto ridotti – per amplificare l’effetto intrattenimento nel pubblico che seguirà online la sfida –. Unici aiuti optional, per andare incontro ai piloti meno avvezzi nell’utilizzo dei videogame, la possibilità di attivare controllo di trazione e antibloccaggio in frenata.

“Siamo molto felici di poter sdrammatizzare un po’ in questi tempi imprevedibili sotto forma del F1 Esports Virgual GP. Speriamo di intrattenere i tifosi ai quali manca la normale azione sportiva. Con ogni principale lega sportiva al mondo impossibilitata a competere, è un momento ideale per sottolineare i vantaggi degli esport e le incredibili doti messe in mostra”, ha commentato Julian Tad, responsabile delle iniziative di business digitale ed Esports di F1.

Nelle settimane senza un Gran Premio originariamente in calendario, sarà possibile per i tifosi sfidare alcuni piloti di Formula 1, secondo modalità e programma che verrà comunicato sui canali social.

Sakhir più 5 eventi certi

Dopo il Gran Premio del Bahrain sarà la volta della variante virtuale del GP del Vietnam – destinato a essere sostituito da un circuito differente, non essendo presente tra le piste di F1 2019 di Codemaster –, per proseguire con Cina, Olanda, Spagna e Monaco: si andrà avanti finché non si potrà tornare all’azione vera in pista. Scontato dire come le gare al videogame resteranno un momento ludico, senza alcun risvolto sportivo.

Veloce eSports in pista alle 19:00

L’iniziativa annunciata dalla Formula 1 non sarà l’unica programmata nel week end. Veloce Esports, dopo il Not the AUS GP, proseguirà con l’organizzazione del Not the BAH GP domenica alle 19:00; al simulatore rFactor 2 si sfideranno, sabato, nomi come Max Verstappen e Maximilian Guenther, tra gli altri.

E non solo Formula 1, vista l’organizzazione della 4 Ore del Nurburgring virtuale, da seguire sul sito vln.de, sabato dalle 13:00, proseguendo con la la 90 Minuti IMSA Super Sebring race, in sostituzione della 12 Ore di Sebring, su simulatore iRacing.

Carey: 'Non servirà ok delle squadre al nuovo calendario'