Sebbene non stiano mancando attriti tra le varie squadre, con le discussioni legate al budget cap, Ross Brawn si dice orgoglioso del comportamento dei team nell'affrontare la pandemia del Covid-19 ed anche della F1, con un gruppo di ingegneri guidati da Pat Symonds, direttore tecnico Fia, che si sono messi all'opera nello studio e nello sviluppo dei ventilatori.

Steiner: "Piloti pronti a discutere sulla riduzione dell'ingaggio"

I ventilatori Mercedes

Questo è quello che ha detto l'ex direttore tecnico della Ferrari, come riporta Autosport: "Sono orgoglioso di come le nostre persone abbiano affrontato la questione. Non abbiamo una grande capacità ingegneristica all'interno della F1, ma Pat Symonds è stato il nostro ingegnere principale ed ha guidato l'organizzazione, ed i team sono rimasti meravigliati. Il reparto motori Mercedes ha fatto dei respiratori separatamente, e sembra siano stati molto, molto importanti in una prima fase di assistenza nella lotta contro questo virus per le persone che ne stanno soffrendo."

Tost: "Senza gare, disastro economico"

Lo spirito di squadra della F1

Brawn ha poi proseguito: "La F1 è così, passiamo molto tempo a darci battaglia l'uno contro in ogni modo possibile anche fuori dalla pista, ma quando ci ritroviamo in queste situazioni ci uniamo, ed in un certo modo lo abbiamo visto anche in pista, come quando un team ha un grosso problema e magari ha pochi pezzi di ricambio, gli altri team vanno in suo aiuto offrendo pezzi in modo che possa correre. L'ho visto tante volte, ad esempio anche con noi della Brawn Gp, eravamo in difficoltà e sia Mercedes che Ferrari ci offrirono i loro motori. Ci prendiamo per la gola in pista, ma al momento sto vedendo un forte spirito di squadra e sono estremamente orgoglioso delle cose che abbiamo fatto per dare il nostro contributo nel risolvere questa crisi."