Se Sebastian Vettel decidesse di appendere il casco al chiodo, la sua assenza in griglia si farà sentire. Non solo in pista, ma anche nel cuore dei tifosi della Ferrari, come si evince dai tantissimi attestati di stima che sono arrivati in questi giorni al pilota tedesco. L'ultimo da parte di un tifoso americano, nella sua lettera pubblicata dalla pagina ufficiale della F1.

Tost: "Vettel può ancora vincere un mondiale"

Todt sponsorizza il talento di Vettel: 'Fortunato chi lo avrà'

Quell'incontro ad Austin

Nella sua lettera questo tifoso ricorda con piacere la sue esperienza: "Vivo ad Austin, vicino ad un boutique hotel e lo scorso anno, una settimana prima del Gp, ho visto una GT4Clusso fermarsi e dalla quale sono usciti tre membri della Ferrari. Il giorno successivo ho visto la solita auto fermarsi ed uscire Vettel ed un suo amico. Non ho mai chiesto un autografo a nessuno, ma sono un suo fan sin dall'inizio e quest'uomo è una leggenda. L'ho chiamato per nome, l'ho salutato e gli ho chiesto una foto. Lui è stato cortese, si è fermato e si è intrattenuto a parlare con me per alcuni minuti, è stato molto spontaneo, si è presentato come se non lo conoscessi.

Mi ha chiesto se sarei andato a vedere la corsa la domenica successiva, io gli ho risposto che non era riuscito a prendere i biglietti ma che avrei fatto comunque il tifo per lui da casa. Durante la settimana poi ho visto nuovamente lui ed il suo amico, l'ho sempre salutato e nient'altro, mi sentivo a disagio a disturbarlo ancora perché so che persona riservata sia.

Qualche giorno dopo nel rientrare a casa ho notato una busta legata alla maniglia della porta. L'ho aperta e ci ho trovato un cappellino autografato, una lettera scritta a mano su carta con intestazione Ferrari e due biglietti indirizzati a me con il mio nome. Un quattro volte campione del mondo mi incontra una volta per caso, viene a sapere che non ho biglietti, si ricorda il mio nome, me li procura e mi scrive una lettera a mano. E' una persona fantastica e non lo dimenticherò mai".

Il nuovo Sterzi a parte di Mario Donnini

Seb e le lettere scritte a mano

Una testimonianza della grande umanità di Seb, che affida alle lettere scritte a mano una rilevanza ed un'importanza molto elevata. Quando Niki Lauda si sentì male nel 2018 il tedesco indirizzò una lettera di auguri scritta a mano all'austriaco, che si dichiarò molto colpito e commosso dal pensiero di Vettel. Stessa cosa a fine 2018, quando Seb aveva voluto ringraziare personalmente tutti gli uomini del Cavallino con una lettera di fine anno.

Minardi in esclusiva ad AS

La stima dei tifosi è intramontabile

L'apprezzamento del tifoso americano è solo l'ultimo di una lunga serie. Dopo l'annuncio della separazione tra Vettel e la Ferrari moltissimi fan si sono riversati sui social per esprimere la loro vicinanza al tedesco, dimostrando tutto il loro supporto verso un pilota che al di là degli errori in pista ha saputo far breccia nel cuore degli appassionati. In un anno così difficile per tutti, sarebbe bello poter rivedere Seb in pista, qualunque sia il suo futuro.

Vettel in Mercedes: pro e contro