Fernando Alonso ed il suo futuro. Una discussione che tiene banco e che catalizza l'attenzione di tutto il mercato piloti, con la solita domanda: fa bene Fernando a tornare? Noi lo abbiamo chiesto direttamente al suo mentore di una volta, Gian Carlo Minardi, l'uomo che nel 2001 dette allo spagnolo la grande possibilità di debuttare in Formula 1 con la Minardi.

Fernando Alonso parla del suo futuro

Renault, nessuna possibilità di vittoria

Disponibilissimo come sempre, Minardi va subito al sodo: "Non sento Fernando da un po' di tempo, non credo proprio che cerchi me per avere dei consigli. E' un pilota ancora molto molto valido, non so se dopo aver preso uno stop dalla F1 tornare con un team non di vertice sia una scelta giusta. Chiariamo, per me Alonso fa ancora parte dei tre piloti più forti di oggi, ma non so quante opportunità gli potrebbe offrire una Renault che oggi non può vincere e sulla quale le voci di addio sono sempre insistenti. Non si sa per quanti anni ancora resteranno, non hanno un grosso budget ed anche dal punto di vista tecnico non sono al top, non ho visto un grande sviluppo. Credo che con i francesi Fernando possa fare solo presenza, nella top 10 ci entrerebbe di sicuro, ma non so quanto allo spagnolo convenga".

Briatore: "Alonso carico, può tornare nel 2021"

La rivoluzione del 2022

L'eventuale ritorno di Fernando Alonso apre altre questioni: tornare solo per il 2021 oppure firmare subito un biennale, scommettendo sulla Renault per la rivoluzione regolamentare del 2022? Anche in questo caso Minardi non ha dubbi: "Credo che scommettere sulla Renault per il 2022 sarebbe troppo rischioso. Alonso ha 38 anni, ha vinto due campionato del mondo perdendone altri tre per una manciata di punti, e non credo per colpa sua, ma ha già fatto delle scelte sbagliate, come ad esempio quella della McLaren, lasciando la Ferrari per scegliere una strada che era palese fosse errata. Le porte dei top team sono chiuse, oggi la Renault non dà garanzie, se non è per lottare al vertice in F1 meglio fare altro e mantenere alta la sua immagine di pilota polivalente, altrimenti la rovinerebbe".

Ecclestone: "La Mercedes deve seriamente pensare di prendere Vettel"