Sarà l'ultima gara virtuale, poi sarà tempo di saggiare l'asfalto vero. Il Virtual Gp del Canada chiude ufficialmente la serie virtuale della Formula 1, che si apre già con una notizia: Charles Leclerc non ci sarà, George Russell è campione già prima di correre.

F1: nel 2020 niente Azerbaijan, Singapore e Giappone

Cinque i piloti F1 al via

La competizione sul gioco "F1 2019" si decide così alla vigilia, perché grazie ai suoi 22 punti di vantaggio (120 a 98) Russell in virtù del forfait di Leclerc non potrà più essere ripreso. Il monegasco, che nelle ultime uscite aveva fatto fatica a tenere il ritmo del pilota della Williams, sarà impegnato nella 24 Ore di Le Mans virtuale, dove correranno molti nomi illustri. Per lo stesso motivo saranno assenti anche Lando Norris e Antonio Giovinazzi, riducendo il numero di piloti ufficiali al via a cinque: oltre a Russell ci saranno Bottas (da confermare), Gasly, Latifi ed Albon.

Quale pista per il Gp d'Italia-bis? Vota

Gli iscritti

Il Virtual Gp del Canada, in programma per domenica 13 giugno alle ore 19, diventa così una passerella finale per salutare un passatempo molto in voga durante la pandemia. Orfana di Leclerc, la Ferrari schiererà al via due piloti della FDA, ovvero Callum Ilott e Gianluca Petecof, mentre per l'AlphaTauri (sempre nei colori Toro Rosso essendo il gioco della stagione passata) ecco il chitarrista dei Biffy Clyro Simon Neil al fianco di Gasly. Nelle fila della Renault ecco Guanyu Zhou e Caio Collet, entrambi piloti dell'Academy, mentre la Red Bull schiera lo sciatore alpino Jon Olsson insieme ad Albon.Per la Racing Point in pista David Schumacher ed Anthony Davidson, Juan Manuel Correa e lo youtuber Aarav Amin per l'Alfa Romeo-Sauber, quindi Pietro Fittipaldi e Louis Deletraz per la Haas

Brawn, ipotesi due Gp in Bahrain con layout diverso