Two is megl che one, recitava un vecchio spot pubblicitario. E indubbiamente lo sanno bene tutti gli sportivi quanto è difficile ripete un risultato straordinario e inaspettato. Non fa eccezione anche Charles Leclerc con la sua Ferrari SF1000 che per la prima volta come i suoi colleghi del Circus si ritroverà a correre, sullo stesso circuito di una settimana fa, domenica 12 luglio il Gp della Stiria.

GP Stiria, Binotto: "Anticipiamo gli aggiornamenti previsti per l'Ungheria"

Parola d'ordine: motivazione

Replicare il secondo posto sul podio è a dirc poco cosa ardua vista la situazione della scuderia di Maranello e la potenza della Mercedes. Ma i tifosi, sorpresi quanto lui del risultato portato a casa al debutto del Mondiale 2020, si aspettano una nuova sorpresa magari ancora più eclatante dal Piccolo Principe o che dir si voglia il Predestinato. E Charles che non nasconde di aver avuto la Dea Bendata dalla sua, è pronto a tutto, pioggia compresa:

Indubbiamente è molto strano disputare due gare di fila sulla stessa pista. Sarà un’esperienza particolare: di solito arrivi su un circuito con i dati dell’anno scorso e utilizzi il venerdì per cercare di capire come si comporterà la tua vettura. In questo caso invece, a meno che non ci siano condizioni di bagnato, avremo già moltissime informazioni su come la nostra SF1000 si comporterà.

GP Stiria, Vettel: "Occasione per fare meglio rispetto domenica scorsa"

La prima delle due gare qui a Spielberg è stata molto speciale, è stata molto divertente e, non senza un po’ di fortuna, siamo riusciti a salire sul podio - ha commentato Leclerc -. Replicare quel risultato non sarà facile, ma di sicuro noi daremo tutto quello che abbiamo per provarci.

Abbiamo visto che essere motivati ci aiuta a tirare fuori tutto il potenziale dalla vettura e da noi stessi, dunque affronteremo anche questo secondo appuntamento con lo stesso identico approccio”.