L'appuntamento con la vittoria numero 90 per Lewis Hamilton è stato rimandato, ma l'inglese riesce tuttavia a vedere il bicchiere mezzo pieno di una giornata nella quale, da trionfale che poteva essere, ha dovuto limitare i danni. Con Bottas 5° e lui 7° (con tanto di giro veloce), il suo vantaggio su Valtteri è sceso a 47 punti, mentre quello su Verstappen, ritirato, è salito a 54.

Gasly: "Impossibile descrivere quanto sono felice"


Salvato il salvabile

Prima di parlare di sé, Lewis dà uno sguardo al podio: "Io la mia prima vittoria quasi non me la ricordo, ero troppo giovane, era da un po' che non c'era un podio così giovane...", afferma sorridendo, prima di iniziare a parlare della sua domenica: "Oggi abbiamo limitato i danni, dobbiamo dire che oggi non abbiamo fatto un gran lavoro a livello di pit-stop, poi io e non ho visto il segnale e devo quindi assumermi le mie responsabilità. È qualcosa da cui imparerò, comunque il settimo posto con il giro veloce è un buon bottino di punti che non ritenevo possibile dopo la penalità ed i 26" di ritardo che avevo. Accetto questo risultato, sono grato di vedere che Verstappen non abbia fatto punti. Oggi non è una grossa perdita".

Vettel: "E' stato meglio non avere pubblico"