Che podio per la Red Bull. Dopo sette partecipazioni al Gp di Russia finalmente il team di Milton Keynes riesce a salire sul podio di Sochi. E' Max Verstappen che regala alla scuderia e soprattutto a se stesso il secondo gradino della pedana dei vincitori. Ci voleva proprio, dopo due ritiri consecutivi nei Gp a Monza e al Mugello, un attimo di gloria. 

Un bel bottino di punti tutto per noi

Una battaglia serrata, vissuta sempre sul fiato sul collo delle Mercedes. Fino a quando la penalità a Hamilton, fino a quel momento al comando del Gp, non ha ribaltato la situazione e ha visto proprio Lewis rincorrere l'olandese che a sua volta era alla ricerca di un passo falso di Bottas, il nuovo leader, per tentare il sorpasso. Una lotta gestita sempre col problema del grip troppo elevato sulla sua Rb16: "C’era un grip molto alto sull’interno. È stata piuttosto interessante la battaglia nelle prime due curve e ho dovuto prendere la chicane, sono dovuto andare largo per evitare altri problemi. Per fortuna non ne ho avuti.

Dopo di che c'è stata la ripartenza dopo la SC ed eravamo un pochino più lenti sulle medie a causa del nostro bilanciamento. Verso la fine con le gomme dure eravamo più competitivi. E siamo abbastanza contenti di questo, siamo riusciti a metterci in mezzo ancora una volta tra le due Mercedes e possiamo essere soddisfatti anche degli 8 secondi di differenza con Valtteri.

Ho cercato di fare la mia gara ma Bottas ed Hamilton erano più veloci. Sono contento di questo secondo posto, specialmente dopo due ritiri e soprattutto su una pista dove sappiamo di non essere normalmente così competitivi. Abbiamo conquistato una bella quantità di punti che ci portiamo a casa prima del Gp in Germania“.

GP Russia, Hamilton: "E' andata così, complimenti Valtteri" Ma attenzione alla Superlicenza!

-2 punti alla patente e -10": eccessivo per Lewis

Onesto come sempre, Max a fine gara torna proprio sulla penalità di 10 secondi che gli stewart hanno dato alla W11 di Hamilton e soprattutto ai due punti tolti alla sua patente di guida che potrebbe costringerlo, in caso di ulteriori passi falsi a Imola, Nurburgring e Portogallo, a guardare dai box tutti i Gp fino a quello di Turchia del 15 novembre: "Penso che la penalità ricevuta da Lewis sia stata abbastanza dura. Anche i due punti tolti sulla patente credo che siano eccessivi.

Sicuramente il punto in cui ha fatto le prove di partenza non era corretto, ma perché sottrarre anche quei punti? Non sono sicuro che la decisione presa dalla direzione di gara sia quella corretta. Ma resta una mia opinione”.