E' cominciato con il piede giusto il fine di settimana di George Russell, che si è preso subito la miglior prestazione al termine della prima sessione del GP di Sakhir. Il sostituto di Hamilton ha fatto meglio delle due Red Bull e del compagno di squadra Bottas, mentre le Ferrari hanno chiuso all'8° e 10° posto.

Ferrari, ufficiale: Simone Resta in Haas nel 2021

Bottas 4° dietro alle Red Bull

Sull'inedita configurazione del tracciato di Manama si è girato subito su tempi inferiori al secondo, con il classe 1998 della Mercedes che ha fermato il cronometro sul 54"546, una prestazione arrivata anche grazie ad un pizzico di scia sfruttata da Russell nel terzo settore. Verstappen ha chiuso al 2° posto con un ritardo di 176 millesimi, finendo davanti al compagno di squadra Albon, 3° a 0"265 nonostante un testacoda nella seconda parte della sessione. Solo 4° Bottas, che ha accusato un ritardo di 0"322. Dietro di lui Kvyat, Gasly, Ocon, Vettel, Ricciardo e Leclerc.

Grosjean racconta i suoi 28 secondi tra le fiamme

Ferrari entrambe in top 10

Le Ferrari hanno chiuso come detto con l'8° ed il 10° tempo, rispettivamente con Sebastian Vettel e Charles Leclerc. Per la scuderia del Cavallino sarà un fine settimana in cui lottare, perché la pista non si sposa per niente con la SF1000, sulla quale è comparsa un'ala posteriore a cucchiaio specifica per questo tracciato. Il tedesco ha rimediato un distacco di 0"735, mentre il monegasco ha pagato 903 millesimi dal miglior crono di Russell. Indicazioni che saranno valutate meglio nelle FP2, anche se nel frattempo una considerazione la si può fare: in qualifica ci sarà parecchio traffico, soprattutto in Q1, dal momento che la pista corta facilita il "traffico", con qualcuno che potrebbe fare ricorso al gioco delle scie.

Sainz spera nei test di Abu Dhabi