Per un Christian Horner che l’assurdità della situazione la sottolinea con tipico humour inglese, c’è un Otmar Szafnauer a sollevare una disparità di trattamento che impedirà ad Aston Martin di far girare Vettel nei test di Abu Dhabi: "Sono rimasto sorpreso dal vedere l'ok dato ad Alonso per i test, dovremo discutere con la FIA. Penso che le regole siano piuttosto chiare: un 2 volte campione del mondo, quasi di 40 anni, per me non è un giovane pilota".

La vicenda resta aperta dopo l’autorizzazione data dalla FIA e dalla F1 a Renault per schierare Alonso nella giornata di test altrimenti prevista per i piloti rookie, da regolamento tali quelli che non abbiano preso parte a più di 2 Gran Premi in carriera. Sainz non ha fatto mistero di puntare a ottenere uguale trattamento, sulle base delle giustificazioni addotte da Renault in merito a quanto concesso dalla Federazione.

“Adesso che Fernando ha visto approvata la sua partecipazione al test per i giovani piloti mi sento anch’io più giovane”, ha commentato Horner.

Ferrari, ufficiale: Simone Resta in Haas nel 2021

“Noi non abbiamo problemi se Alonso gira con Renault, Sainz in Ferrari o Sebastian in Racing Point. Un giorno di test non cambia nulla, solo che questo è un test per i giovani. Forse potremmo richiamare Mansell, in fondo non si è ritirato ufficialmente”.

Albon RB o nulla

Giovani piloti, non rookie, che nel venerdì di Sakhir sono in due nomi, quello di George Russell in Mercedes e, in Red Bull, il futuro di Alex Albon. Mercato in entrambi i casi, con Horner a commentare: “Sono sicuro che Toto utilizzerà il rendimento di Russell nelle trattative di rinnovo con Hamilton. Mi piacerebbe che ci fosse un altro giovane di talento davanti.

Su Albon decideremo a fine anno, ha ancora due gare per dimostrare di meritare il sedile Red Bull, continuerà con noi o resterà un anno in panchina".

Tempi prove libere 1 GP Sakhir