L’inserimento in calendario del Gran Premio del Portogallo, a riempire la casella vuota del 2 maggio, dopo il GP a Imola, sembrava essere un dettaglio prossimo a essere definito, con la presentazione dell’ultimo elenco di gare. Una situazione diventata più complessa per le limitazioni imposte a contrasto della nuova ondata di coronavirus, con il Portogallo pesantemente colpito a differenza da quanto accaduto con la prima ondata della pandemia.

L'editoriale: Viaggio nel tempo con vista sul futuro

Si fa largo, così, un’ipotesi di doppia gara in Bahrain, che porterebbe anche il riposizionamento del GP del Made in Italy e dell’Emilia Romagna, 7 giorni più tardi rispetto alla data attualmente fissata del 18 aprile.

A Sakhir si gareggerebbe il 28 marzo, apertura del mondiale di F1 2021, per ripetere l’esperimento dello scorso anno, con l’Anello esterno tracciatura impiegata sette giorni più tardi.

Navigazione a vista e dubbi sui cittadini

Sullo scenario che si presenta alle squadre, di un calendario assolutamente “mobile” negli appuntamenti fissati in questa fase dell’anno, Beat Zehnder, direttore sportivo Alfa Romeo, ha una visione molto cauta: “Credo dovremo affrontare questa stagione passo dopo passo, successivamente alla partenza in Bahrain. Per come stanno le cose attualmente potremmo andare a Imola, ma non riesco a immaginare che il governo inglese ci lasci correre un Gran Premio con l’attuale situazione sull’infezione.

L’intera situazione è molto volatile, a un certo punto la campagna di vaccinazione avrà i suoi effetti ma non sta andando tanto in fretta quanto tutti noi speravamo avvenisse. Ci sarà d’aiuto credo solo nella seconda metà della stagione.

Attualmente non vedo possibile correre su circuiti cittadini, anche se Montecarlo ha garantito di voler organizzare la gara. Sarà una navigazione di nuovo a vista”, dichiara ad auto motor und sport.

Calendario di Formula 1 2021

28 marzo

Bahrain

Sakhir

18 aprile

Emilia Romagna

Imola

2 maggio

Da confermare

Da confermare

9 maggio

Spagna

Barcellona

23 maggio

Monaco

Monaco

6 giugno

Azerbaijan

Baku

13 giugno

Canada

Montreal

27 giugno

Francia

Le Castellet

4 luglio

Austria

Spielberg

18 luglio

Gran Bretagna

Silverstone

1 agosto

Ungheria

Budapest

29 agosto

Belgio

Spa-Francorchamps

5 settembre

Olanda

Zandvoort

12 settembre

Italia

Monza

26 settembre

Russia

Sochi

3 ottobre

Singapore

Singapore

10 ottobre

Giappone

Suzuka

24 ottobre

USA

Austin

31 ottobre

Messico

Città del Messico

7 novembre

Brasile

San Paolo

21 novembre

Australia

Melbourne

5 dicembre

Arabia Saudita

Jeddah

12 dicembre

Abu Dhabi

Yas Marina