Ad eccezione dei ritiri, nelle domeniche in cui Charles Leclerc era riuscito a vedere il traguardo con la Ferrari non era mai sceso così in basso. Per lui il GP Francia è finito con un mesto 16° posto, al termine di una giornata in cui il monegasco ha tremendamente sofferto l'usura ed il surriscaldamento delle gomme.

Verstappen: "Ripagati dalla seconda sosta"


La seconda sosta non è servita

La seconda sosta (unico insieme a Verstappen a fermarsi due volte) è stata inevitabile ma non ha pagato, con Charles ben lontano dalla zona punti. Ai microfoni di Sky, Leclerc ha raccontato così la sua corsa: "Oggi è stato molto difficile, adesso sta a noi analizzare bene e capire come mai fossimo così lontani in gara. Sia io che Carlos abbiamo fatto tantissima fatica, con me abbiamo provato il secondo stop per tentare di fare qualcosa di diverso con le medie, abbiamo provato di tutto anche con i settaggi sul volante alla guida ma alla fine mangiavamo troppo velocemente le gomme. Dobbiamo capire perché, sicuramente è un nostro problema in questo momento".

Sainz: "C'è qualcosa che non capiamo"


Urge risolvere i problemi per il 2022

Poi il numero 16 ha concluso con una considerazione per l'anno prossimo: "A breve termine sarà difficile migliorare, non credo ce la faremo perché come abbiamo visto è un problema abbastanza grosso, qui soprattutto, abbiamo fatto tantissima fatica. Penso che ci vorrà un po' di tempo per risolverlo, credo siamo ancora in tempo per l'anno prossimo, ma dobbiamo comprendere cosa effettivamente ci sta rallentando".

Binotto: "Stessi problemi del 2020"