Hulkenberg, le impressioni del simulatore: "F1 2022 già molto veloci"

Hulkenberg, le impressioni del simulatore: "F1 2022 già molto veloci"© Getty Images

Il tedesco, attualmente terzo pilota Aston Martin, si è reinventato giornalista in un blog personale nel quale come primo argomento ha affrontato il tema delle nuove vetture, lanciando un primo campanello d'allarme

Matteo Novembrini

10 gennaio

Il treno della F1, dopo due stagioni senza correre, molto probabilmente è parso per sempre. E così Nico Hulkenberg si è reinventato "giornalista", con un blog dal titolo "Hulk Report" che come prima puntata ha avuto come oggetto una primissima impressione delle vetture 2022 dal punto di vista della guida.

F1 2022, seguire chi è davanti non sarà facile?

Nell'articolo che porta la sua firma, il tedesco ha dato qualche spunto interessante sulle monoposto che verranno svelate nelle prossime settimane. "Ho già dato un'occhiata più da vicino alla futura vettura - ha detto il terzo pilota dell'Aston Martin -, e una cosa spicca immediatamente è che le auto sembrano più futuristiche ed avranno cerchi da 18 pollici anziché da 13. A tal proposito, questi pneumatici più grandi non fanno alcuna differenza per la visibilità del pilota, che vedrà semplicemente una porzione più grande del cerchione rispetto al passato. Il nuovo modello differisce dal vecchio da cima a fondo, specialmente sotto la carrozzeria sembrerà molto diverso per alcune squadre. Elencare tutte le modifiche in dettaglio qui ci porterebbe a scrivere un libro, quindi mi concentrerò sugli effetti. Volevano delle vetture un po' più lente, più impegnative da guidare per dare ai piloti più possibilità di fare la differenza. 
Tuttavia, in base alla mia esperienza iniziale, le nuove auto sono dannatamente veloci e non necessariamente più lente dell'ultima generazione. Anche le sensazioni alla guida non sono cambiate molto, almeno nel simulatore. Sarà molto interessante vedere se queste vetture potranno davvero seguire l'auto che precede in modo più semplice. Al simulatore le velocità in curva sono estremamente elevate, quindi il rischio di 'aria sporca' è ancora presente ed è difficile per me immaginare che sarà facile seguire senza problemi un'altra macchina a queste velocità. Comunque, spero che resteremo positivamente sorpresi. Solo una volta in pista nei test pre-stagionali piloti e team scopriranno come si comportano davvero le vetture nella realtà".
— Nico Hülkenberg (@HulkHulkenberg) January 9, 2022

Corsa agli sviluppi decisiva

Hulkenberg ha poi concluso affermando che sarà importantissimo lo sviluppo in corso d'opera, dal momento che all'alba di un ciclo tecnico c'è sempre un potenziale inesplorato che le squadre scopriranno solo chilometro dopo chilometro: "Nel corso dell'anno le cose potranno cambiare perché la curva di apprendimento sarà enorme per tutti. I gruppi di lavoro dedicati allo sviluppo saranno pienamente coinvolti e sposteranno gli equilibri in una stagione così lunga. E' troppo presto per i pronostici, anche se sarei molto sorpreso se le migliori squadre degli anni precedenti non fossero vicine al vertice".

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi