Ferrari, il 27 Rosso che manca da troppo tempo

Uno con il 16, l’altro con il 55: questi i numeri di gara usati, rispettivamente, da Charles Leclerc e Carlos Sainz jr.. Tutto normale, dal 2014 i numeri non sono più assegnati alle Scuderie, ma sono i piloti a sceglierseli secondo i loro desideri legati alla scaramanzia o al marketing. Ma la Ferrari è legata a un altro numero, il 27, ereditato dalla Williams nel 1981 e portato con orgoglio da campioni come Gilles Villeneuve, Alboreto, Mansell e Alesì e che sulle Rosse manca dall’inizio dell’epopea di Schumacher. Hulkenberg è stato l’ultimo pilota usare il 27 che, da regolamento, resta nella sua disponibilità anche per questa stagione, sebbene non corra in F1. Ma dal 2022 torna libero, sempre se Nico non riesca a ritornare in griglia… Ferrari, riporta a casa la tua Storia

Gold Collection