Hamilton, Vettel e una stagione di F1 che più strana non si può. Bernie Ecclestone parla un po' di tutto, confermando che un occhio sul suo vecchio mondo ce lo butta eccome, anche ora che va verso i 90 anni apprestandosi a diventare padre ancora una volta.

La Williams è in vendita!

Hamilton può vincere per 10 anni

Nella sua intervista all'Evening Standard, Ecclestone sostiene che Lewis Hamilton possa continuare a mietere successi come avvenuto in questi anni: "Non c'è motivo per cui Lewis non possa vincere per i prossimi 10 anni se le cose non cambieranno. Al momento per lui non c'è motivo di andare da qualche altra parte, quando lascerà la Mercedes si ritirerà. Non penso che si guarderà intorno, perché mai dovrebbe andare alla Ferrari? E' con la Mercedes e sa come non ci sia niente di meglio".

La Mercedes resterà in F1

Vettel vuole la Mercedes

L'amicizia tra Ecclestone e Sebastian Vettel è risaputa e Bernie ha una ricetta per il futuro del tedesco: "Ci ho parlato, e credo che la cosa migliore per lui sia prendersi un anno di pausa e tornare nel 2022, con il cambiamento delle regole. Questo gli permetterebbe di aspettare e di vedere in che direzione andrà la F1, anche se credo che quello che lui desideri sia guidare per la Mercedes contro Hamilton".

La Renault conferma l'impegno in F1

F1 2020, campionato strano

Non manca il suo punto di vista sulla stagione che dovrebbe cominciare a Spielberg, con Ecclestone che non risparmia una battuta maliziosa: "Stagione divertente, vero? Hai un Gp d'Austria e la settimana dopo hai la stessa gara ma chiamata con un nome diverso. Guardando al campionato, qualcuno vincerà ma non saremo abbastanza sicuri di ciò che è stato vinto. La gente dirà sempre che si è trattata di una vittoria diciamo fortunata perché non si tratterà di un vero campionato".

F1 2020: i record che potrebbero (non) essere battuti

Occasione da sfruttare

Mr E. conclude dicendo che questa pandemia è un'occasione da sfruttare per cambiare le cose: "Sì, è una magnifica opportunità. Ci sono milioni di cose che potrebbero essere fatte meglio. Le persone guardano la F1 per la competizione, non vogliono andare ad una gara sapendo già chi vincerà. Devono semplificare le macchine, i motori che hanno sono una prodezza dell'ingegneria, ma al pubblico interessa quanto efficienti siano? Probabilmente no, vogliono solo delle belle gare. Sono passati ormai i tempi in cui partivano in 16 ed eri fortunato se la metà riusciva a vedere il traguardo. Oggi finiscono tutti e questo è noioso e prevedibile". Tagliente la chiusa: "Budget cap? Una grandissima sciocchezza".

Sainz: "Cresciuto con Alonso ammirando Schumi"