Tra Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, rispettivamente primo e secondo nel mondiale, ci sono 44 punti in classifica. Con 7 Gp ancora da disputare, un calcolo puramente matematico suggerisce che Bottas debba recuperare, arrotondando per eccesso, 6,29 punti a gara. In pratica, se Valtteri le vincesse tutte non dovrebbe stare nemmeno a preoccuparsi dei piazzamenti di Hamilton. Matematica a parte, Toto Wolff sostiene che il finlandese abbia ancora tutte le carte in regola per giocarsi il mondiale, nonostante un divario nella graduatoria non trascurabile.

Binotto, che periodaccio: tamponamento in strada! VIDEO


Vittoria "tardiva"

"Penso che Valtteri sia 'in ritardo' con il vincere nuovamente una gara - esordisce Wolff -, è stato molto vicino in diverse qualifiche, era in testa al Mugello e meritava di vincere una corsa. Ha guidato alla grande, è stato freddo e l'ha portata a casa. Valtteri è pienamente in corsa per il campionato".

Al Nurburgring Mick Schumacher al volante dell'Alfa Romeo-Sauber


Max non molla

Wolff poi torna sulla questione della penalità ad Hamilton, affermando di non sottovalutare Verstappen: "Non dobbiamo incappare in penalizzazioni nelle prossime gare. Lo penso per entrambi i piloti, Verstappen è sempre a caccia e voglio che nessuno di loro perda una gara perché Valtteri e Lewis possono vincere entrambi il campionato".

L'editoriale del direttore: Domenicali la novità più bella