Lo dice lui stesso, che non è niente in confronto a quello che avrebbe potuto essere. Romain Grosjean a breve si sottoporrà ad un'operazione al pollice, ma nel raccontarlo fa trapelare tutto il suo ottimismo per i notevoli progressi che le sue mani stanno facendo.

Test Abu Dhabi: line-up e primi giri in pista

Fase di recupero

L'ormai ex pilota della Haas ha svelato tutto alla tedesca RTL: "In generale va tutto bene, con la destra potrei già viverci normalmente, ma con il freddo invernale appena esco di casa inizia a fare male. Per la sinistra invece penso serviranno all'incirca tre settimane per tornare alla normalità. Ogni giorno comunque c'è una piccola vittoria, la prima è stata sapere che al 99,9% non ci sarebbe stato bisogno del trapianto. Poi ho anche tolto la benda all'indice, tuttavia dovrò andare in sala operatoria in settimana perché si è strappato il legamento del pollice, e resterò con la mano immobilizzata dalle quattro alle sei settimane".

Sterzi a parte: Sei Vettel, persona meravigliosa

Romain non farà il modello

Romain però ha deciso di guardare il lato positivo: "Ci sono dei postumi insomma, le mie mani non sono adorabili in questo momento, con gli amici ho scherzato dicendo che non potrei fare il modello per quanto riguarda le mani. Ma, onestamente, questo non è niente rispetto al tipo di incidente che ho avuto ed a quello che sarebbe potuto essere".

Montezemolo, voglia di Ferrari: "Nessuno mi ha chiesto nulla, ma potrei affrontare i problemi"