Se la F1 2021 riuscirà ad avere sul serio così tante gare, si dovrà comunque pensare, in futuro, alla tutela del personale ai box. Parola di Sebastian Vettel alla testata GPFans.

l'Aston Martin e l' "ingegner" Vettel

Un pensiero ai ragazzi del box

Secondo il tedesco, un numero troppo elevato di appuntamenti rischia di creare difficoltà ai lavoratori: "Ci attende il calendario più vasto di sempre, e non sono ancora sicuro di come lo affronteremo. Penso che dovremmo assolutamente prenderci cura di tutte le persone coinvolte. Noi piloti siamo dei privilegiati, a volte ci viene chiesto molto, ma penso che a livello di ore ci siano molte persone a cui viene chiesto molto più di noi in un fine settimana. Quindi spero e desidero che impareremo dall'anno scorso, pensando non solo ad essere felici di andare avanti e fare la stessa cosa di sempre, perché per gran parte del personale e per le loro famiglie è stato piuttosto impegnativo e dobbiamo tutelare tutti quanti".

Szafnauer: "Vettel avrà il retrotreno che preferisce"

Occhi aperti anche nel 2021

Lo scorso anno furono disputati 17 GP nello spazio di 24 fine settimane, e quest'anno i ritmi non saranno troppo diversi: ci sarà una pausa ad agosto, ma sono in calendario comunque ben 11 appuntamenti nella prima parte in 19 week-end ed addirittura 12 gare in 16 settimane nella seconda metà del mondiale. A riguardo, il pilota Aston Martin ha detto: "Lo scorso anno è stato fantastico anche il solo riuscire ad avere una stagione data la situazione, ma anche riguardo il 2021 penso che dovremo essere molto cauti nella pianificazione".

Vettel, cominciato il lavoro al simulatore nella sede di Silverstone